Conservatoire national des arts et métiers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conservatoire national des arts et métiers
CNAM Logo.svg
Ubicazione
StatoFrancia Francia
CittàParigi
Dati generali
MottoDocet omnes ubique
Fondazione1794
Tipopubblica, grande école
Studenti90 000
AffiliazioniConférence des grandes écoles[1]
Mappa di localizzazione
Sito web

Il Conservatoire National des Arts et Métiers (CNAM) è una università e grande école d'ingegneria pubblica istituita nel 1794[2]. La sede si trova a Parigi nel quartiere del Marais nel terzo arondissement (nei pressi della stazione della Metropolitana di Parigi Arts et Métiers), al 292 di rue Saint Martin.

Lo CNAM possiede 158 centri regionali nella Francia metropolitana e nei territori d'oltremare, e alcune sedi internazionali in Cina, Costa d'Avorio, Germania, Libano, Madagascar, Marocco, Spagna, nonché dei partenariati forti nella gestione di formazioni con istituzioni di 32 paesi.

Lo CNAM possiede e gestisce anche il Musée des arts et métiers che ha più di 200 000 visitatori all'anno, che integra anche una vecchia chiesa e il famoso pendolo di Foucault.

Entrata principale dello CNAM
Corte interna
Statua di Denis Papin
Pendolo di Foucault
Targa commemorativa
Museo dello CNAM

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Giuramento della Pallacorda: l'abbé Grégoire è la figura al centro

Assieme all'École polytechnique e all'École normale supérieure, il Conservatoire è una delle tre istituzioni (scuole del terzo anno) create dalla Rivoluzione francese nell'insegnamento superiore scientifico[3].

Fu fondato nel 1794 da Henri Grégoire, più noto come l'abbé Grégoire, il 19 vendemmiaio dell'anno III (10 ottobre 1794). Il compito iniziale dell'istituto era quello di promuovere nuovi procedimenti industriali: a tale scopo l'abbé Grégoire aveva concepito una "raccolta di macchine, modelli, strumenti, disegni, descrizioni e libri in ogni campo delle arti e dei mestieri"[4] per salvaguardarle dai tumulti della rivoluzione. Il Priorato abbandonato di Saint-Martin-des-Champs (ed in particolare il refettorio gotico) fu scelto come sede della collezione, che apri' al pubblico nel 1802, e funziono' da catalizzatore di formazioni nell'ambito dell'ingegneria e dell'economia.

Erede dello spirito dei Lumi e degli Enciclopedisti, il Conservatoire ha avuto, sin dalla fondazione, una vocazione multidisciplinare[5]. Fra i membri fondatori ci furono gli accademici Alexandre-Théophile Vandermonde e Jean-Baptiste Le Roy, quest'ultimo collaboratore dell’Encyclopédie.

Nel 1819 il Conservatoire modificò il suo ruolo, in quanto il governo, ispirandosi al Collège de France per la sua organizzazione, gli diede per compito quello di impartire l'insegnamento scientifico agli ingegneri. Charles Dupin fondò allora la prima cattedra di meccanica applicata alle arti e lo stesso anno Jean-Baptiste Say istituì la cattedra di economia industriale.

Oggi il Conservatoire organizza formazioni diurne in alternanza, e corsi per adulti già attivi nel mondo del lavoro (tecnici, quadri) mediante una formazione continua serale, che permette di ottenere una preparazione da ingegnere, di costruire dei corsi di studio multidisciplinari, di ottenere diplomi come il DUT (laurea biennale), il dottorato, il titolo d'ingegnere. Fra le sessanta cattedere esistenti e i loro laboratori, molte svolgono attività di ricerca scientifica e industriale, che pongono il Conservatoire all'avanguardia della tecnologia francese.

La raccolta delle invenzioni è attualmente gestita dal Musée des Arts et Métiers. Il pendolo di Foucault originale faceva parte dell'esposizione, ma fu trasfrito nel Panthéon nel 1995 durante la ristrutturazione del museo. Successivamente è stato riposizionato al Musée des Arts et Métiers, ma il 6 aprile 2010[6] il cavo che lo teneva sospeso si è rotto, danneggiando sia il pendolo che il pavimento[7].

Il pendolo di Foucault appeso nel museo ha un importante ruolo nel romanzo di Umberto Eco Il pendolo di Foucault. Il libro fu pubblicato nel 1989, prima che il pendolo venisse spostato al Panthéon.

Ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Una trentina d'istituti celebri e altri laboratori di ricerca sono affiliati al CNAM e lo rendono uno dei luoghi principali dell'eccellenza scientifica francese. I laboratori principali sono i seguenti:

Acronimo Descrizione
CEDRIC Centre d'Étude et de Recherche en Informatique et Communications : informatica, telecomunicazioni, reti, multimedia, analisi dei dati, ottimizzazione combinatoria, sistemi informativi, basi di dati, trattamento dei segnali, sistemi elettronici.
IAT Institut AéroTechnique.
ICH Institut des études économiques et juridiques appliquées à la Construction et à l'Habitation.
ICSV Institut supérieur du commerce et de la vente.
IESTO Institut des Études Économiques, Sociales et Techniques de l'Organisation.
IHIE Institut d'hygiène industrielle et de l'environnement.
IITBTP Institut d'ingénieur des techniques du bâtiment et des travaux publics.
IIM Institut international du management.
IFFI Institut français du froid Industriel et de génie climatique.
INETOP Institut national d'étude du travail et d'orientation professionnelle.
INM Institut national de métrologie.
INTD Institut national des techniques de documentation.
DICEN-IDF Dispositifs d’Information et de Communication à l’Ere Numérique.
INTEC Institut national des techniques économiques et comptables.
ISTBTP Institut Supérieur des Techniques du Bâtiment et des Travaux Publics.
LISE Laboratoire interdisciplinaire pour la sociologie économique.
LIPSOR Laboratoire d’investigation en prospective stratégie et organisation.
LMSSC Laboratoire de Mécanique des Structures et des Systèmes Couplés
PIMM Laboratoire de Procédés et Ingénierie en Mécanique et Matériaux.
STS Centre Science, technologie et société.
UNICNAM Union des ingénieurs du Conservatoire national des arts et métiers

Didattica[modifica | modifica wikitesto]

Allo CNAM si possono conseguire i seguenti diplomi:

Il 7 luglio 2016 il consiglio d'amministrazione ha approvato la modifica del regolamento interno, che ha creato 16 squadre pedagogiche nazionali (équipes pédagogiques nationales - EPN) al posto delle precedenti écoles Sciences industrielles et technologies de l’information (Siti) e Management et société (MS):

  • EPN 1 - Ingegneria delle costruzioni e energetica.
  • EPN 2 - Scuola superiore dei geometri e topografi (ESGT).
  • EPN 3 - Ingegneria elettronica, elettrotecnica, automatica, metrologia.
  • EPN 4 - Ingegneria meccanica e dei materiali.
  • EPN 5 - Informatica.
  • EPN 6 - Matematica e statistica.
  • EPN 7 - Ingegneria industriale, chimica, farmaceutica e agroalimentare.
  • EPN 8 - Istituto nazionale delle scienze e tecniche del mare (Intechmer).
  • EPN 9 - Economia, finanza, assicurazioni, banca (Efab).
  • EPN10 - Contabilità, controllo, auditing (CCA).
  • EPN 11 - Ingegneria ambientale e del territorio.
  • EPN 12 - Salute e solidarietà.
  • EPN 13 - Scienze sociali e del lavoro.
  • EPN 14 - Diritto e immobiliaristica.
  • EPN 15 - Strategie.
  • EPN 16 - Innovazione.

Laureati e professori famosi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN151143134 · ISNI (EN0000 0001 2185 090X · LCCN (ENn50055168 · BNF (FRcb11868459m (data) · ULAN (EN500257276