Complesso di superammassi dei Pesci-Balena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mappa dei superammassi che costituiscono il complesso di superammassi dei Pesci-Balena.

Il Complesso di superammassi dei Pesci-Balena (o Filamento dei Pesci-Balena[1]) è l'insieme, o filamento, di superammassi di galassie che include il Superammasso Laniakea, dove si trova il Superammasso della Vergine, nel quale è compreso il Gruppo Locale che a sua volta contiene la Via Lattea, a cui appartiene il sistema solare.[2]

Scoperta[modifica | modifica wikitesto]

L'astronomo R. Brent Tully dell'Istituto di Astronomia dell'Università delle Hawaii ha identificato il complesso di superammassi nel 1987.[3]

Estensione e struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il complesso di superammassi dei Pesci-Balena ha una lunghezza stimata di circa 1 miliardo di anni luce e una larghezza di 150 milioni di anni luce. È una delle più grandi strutture identificate dell'universo osservabile, superato però in lunghezza dai 10 miliardi di anni luce della Grande muraglia di Ercole, dai 5,6 miliardi di anni luce del Giant GRB Ring, dai 4 miliardi di anni luce dello Huge-LQG, dai 2,5 miliardi di anni luce di U1.11, dai 2,5 miliardi di anni luce di Clowes-Campusano LQG e dagli 1,37 miliardi di anni luce dello Sloan Great Wall.

Il complesso comprende circa 60 tra ammassi e superammassi ed ha una massa totale stimata di 1018 M.[4] Secondo lo scopritore, il complesso è formato da 5 parti:

  1. Il Superammasso dei Pesci-Balena, che dà il nome al complesso
  2. La Catena Perseo-Pegaso, che include il Superammasso di Perseo-Pesci
  3. La Catena Pegaso-Pesci, che include il Superammasso di Pegaso-Pesci e il Superammasso di Pegaso-Pesci B
  4. La Regione dello Scultore, che include il Superammasso dello Scultore e il Superammasso di Ercole
  5. Il Superammasso Laniakea, che è formato dal Superammasso dell'Idra-Centauro, dal Superammasso Pavo-Indo, dal Muro della Fornace e dal nostro Superammasso della Vergine, dove è localizzato il Gruppo Locale, che a sua volta include la Via Lattea.[4]

Con una massa di 1015 M, il nostro Superammasso della Vergine rappresenta solo lo 0,1% della massa totale del complesso di superammassi dei Pesci-Balena.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Hillyard, Filaments & Walls of Galaxies, su www.whillyard.com. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  2. ^ (EN) R. B. Tully, Alignment of clusters and galaxies on scales up to 0.1 C, in The Astrophysical Journal, vol. 303, 1º aprile 1986, pp. 25–38. URL consultato il 3 maggio 2011.
  3. ^ John Noble Wilford, Massive Clusters of Galaxies Defy Concepts of the Universe, in New York Times, 10 novembre 1987.
  4. ^ a b (EN) R. Brent Tully, More about clustering on a scale of 0.1 C, in The Astrophysical Journal, vol. 323, 1º dicembre 1987, pp. 1–18. URL consultato il 3 maggio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]