Collybia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Collybia
Collybia dryophila 20061001w.jpg
Collybia dryophila
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Tricholomataceae
Genere Collybia

Collybia (Fr.) Staude, Schwämme Mitteldeutschl.: xxviii, 119 (1857)

Al genere Collybia appartengono funghi poco carnosi, ma più putrescibili dei Marasmius; il cappello è piuttosto regolare e sottile, il gambo è snello e lungo ma meno coriaceo e privo di volva e di anello, non hanno odori caratteristici sgradevoli.

Alcune specie sono commestibili, più o meno apprezzate. Sono molto vicine ai Marasmius ed anche al genere Mucidula che presenta un velo ed un anello sul gambo, da alcuni autori conglobato nella stessa Collybia.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal greco kóllubos = moneta spicciola e kólluba = pasticcetti rotondi, ossia pasticcetti rotondi come monete spicciole, per la forma del carpoforo.

Specie di Collybia[modifica | modifica wikitesto]

La specie tipo del genere è la Collybia tuberosa (Bull.) P. Kumm. (1857), alcune altre specie sono:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia