Cohiniac

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cohiniac
comune
Cohiniac – Stemma
Cohiniac – Veduta
Chiesa di Saint-Quentin
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason de Bretagne 3d.svg Bretagna
DipartimentoBlason département fr Côtes-d’Armor.svg Côtes-d'Armor
ArrondissementSaint-Brieuc
CantonePlélo
Territorio
Coordinate48°28′N 2°57′W / 48.466667°N 2.95°W48.466667; -2.95 (Cohiniac)Coordinate: 48°28′N 2°57′W / 48.466667°N 2.95°W48.466667; -2.95 (Cohiniac)
Superficie12,33 km²
Abitanti378[1] (2009)
Densità30,66 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale22800
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE22045
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Cohiniac
Cohiniac

Cohiniac (Kaouennieg in bretone, Coheinyac in gallo) è un comune francese di 378 abitanti situato nel dipartimento della Côtes-d'Armor nella regione della Bretagna.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Cohiniac probabilmente deriva dal latino Cavannus ("civetta").[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1160 e nel 1182, Coginiac e Lohimiac vengono citati come possedimenti dei Cavalieri Ospitalieri. Nel 1220 Cohignac compare in un documento dell'abbazia di Beauport a Paimpol. Cohiniac assunse il titolo di parrocchia nel 1237. Durante l'Ancien Régime, appartenne al vescovo di Saint-Brieuc e alla contea di Goëlo. Con la Rivoluzione francese, la parrocchia di Cohiniac dipese dal decanato di Châtelaudren. Il primo sindaco venne eletto all'inizio degli anni '90 del XIX secolo.[2]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma è stato adottato dal comune il 3 dicembre 2001[3] e si blasona:

«inquartato: nel 1º d'argento a tre moscature d'armellino male ordinate; nel 2º d'azzurro al crescente montante d'oro; nel 3º d'azzurro alla banda d'oro accompagnata da due stelle d'argento; nel 4º d'argento alla civetta di nero membrata e imbeccata di rosso.[4]»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • La chiesa di Saint-Quentin: interamente ricostruita tra il 1702 e il 1777. Il campanile è del 1845, ma il portico, identico a quello di Notre Dame-du-Tertre a Châtelaudren, è del XIV secolo[5]
  • La cappella di Notre-Dame de Tous-Joies in località Grimolet: costruita nel XV secolo a forma di croce latina, dipendeva allora dalla tenuta di La Ville-au-Vé. Divenne chiesa sussidiaria nel 1828[6]
  • Il castello di Rumain (Château de Rumain), il cui edificio principale del XVI secolo venne ampliato nel XVIII secolo. Acquistato dopo la Rivoluzione francese da Barthélémy Desjars, passò alla famiglia Ernaud de Loudéac, quindi ai Garnier-Bodéliac che lo restaurarono nel 1877. In quest'occasione furono aggiunti una galleria e due torrette e vennero rinnovati gli interni[7]
  • Il circuito di Kerlabo ospita competizioni nazionali ed internazionali di karting[8]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ a b (FR) Etymologie et histoire de Cohiniac, su infobretagne.com. URL consultato il 18 aprile 2020.
  3. ^ Cohiniac, su heraldry-wiki.com.
  4. ^ (FR) Blason de Cohiniac, su armorialdefrance.fr.
  5. ^ (FR) Mairie de Cohiniac, su leffarmor.fr. URL consultato il 19 aprile 2020.
  6. ^ (FR) Chapelle Notre-Dame de Toutes-Joies de Grimolet, su patrimoine-religieux.fr. URL consultato il 19 aprile 2020.
  7. ^ (FR) Château de Rumain, su patrimoine.bzh. URL consultato il 19 aprile 2020.
  8. ^ (FR) Kerlabo Kart, su kerlabo-kart.com. URL consultato il 19 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb15251046s (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia