Cloramina T

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cloramina T
formula di struttura
Chloramine-T-3D-balls.png
Nomi alternativi
tosilclorammide sodica

N-cloro-4-toluensolfonammidato di sodio

Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C7H7ClNNaO2S
Massa molecolare (u) 281,69 g/mol
Aspetto solido da bianco a giallo chiaro
Numero CAS 7080-50-4
Numero EINECS 204-854-7
PubChem 3641960
SMILES CC1=CC=C(C=C1)S(=O)(=O)[N-]Cl.[Na+]
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 150 g/l (25 °C)
Temperatura di fusione 70 °C (>343 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma 192 °C (465 K) (c.c.)
Simboli di rischio chimico
corrosivo tossico a lungo termine irritante

pericolo

Frasi H 302 - 314 - 334 - EUH031
Consigli P 280 - 301+330+331 - 305+351+338 - 304+341 - 309+310 [1]

La cloramina T è un composto chimico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido da bianco a giallo chiaro dall'odore tenue di cloro. È un composto nocivo, corrosivo, allergenico.

Per idrolisi produce p-toluensolfonamide e ione ipoclorito ClO- che, con la sua azione ossidante agisce da battericida. Sciolta in acqua, viene pertanto usata per disinfettare ferite e superfici.

Trova inoltre impiego nell'analisi quantitativa dei cianuri per spettrofotometria, dove viene usata per trasformare gli ioni cianuro in cloruro di cianogeno il quale forma a sua volta un complesso azzurro-blu con piridina e pirazolone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda della tosilclorammide sodica su IFA-GESTIS

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]