Claudio Vantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Claudio Vantini
Nazionalità Italia Italia
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Ruolo Allenatore
 

Claudio Vantini, noto anche con lo pseudonimo di Andrea Vantini[1] (Bolzano, 11 aprile 1953Bolzano, 18 novembre 2010), è stato un allenatore di atletica leggera e insegnante italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Insegnante di educazione fisica alle scuole medie[2] ed allenatore di diverse società di atletica leggera bolzanine[1], fu allievo di Sandro Calvesi.[3] Ha lanciato la carriera di Antonella Bellutti[4], che lascerà poi l'atletica per un infortunio[5], divenendo un'olimpionica del ciclismo su pista[6].

Si è ucciso il 18 novembre 2010, gettandosi sotto un treno della ferrovia Bolzano-Merano, alla stazione di Ponte Adige.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marco Marangoni, Bolzano, morto Claudio Vantini professore e allenatore: una vita per lo sport, su altoadige.gelocal.it, Alto Adige, 19 novembre 2010. URL consultato il 21 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2010).
  2. ^ a b Lutto nel mondo dello sport bolzanino, morto l'allenatore che scoprì l'olimpionica Antonella Bellutti, su adnkronos.com, Adnkronos, 18 novembre 2010. URL consultato il 23 novembre 2010.
  3. ^ Andrea Claudio Vantini è in cielo, su calvesi.it, 20 novembre 2010. URL consultato il 13 aprile 2017.
  4. ^ Bolzano: morto l'allenatore che scopri' l'olimpionica Antonella Bellutti, su adnkronos.com, Adnkronos, 18 novembre 2010. URL consultato il 21 novembre 2010.
  5. ^ Zen e bicicletta. La Bellutti ha cambiato vita, su ricerca.repubblica.it, La Repubblica, 7 febbraio 1996. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  6. ^ Bolzano, morto Vantini: il dolore della Bellutti, «un fratello e un maestro», su altoadige.gelocal.it, 19 novembre 2010. URL consultato il 21 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2010).