Claudia Ruggeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Oppure mi sarei fatta altissima
come i soffitti scavalcati di cieli»

(Claudia Ruggeri, Lamento della sposa barocca)
Claudia Ruggeri

Claudia Ruggeri (Napoli, 30 agosto 1967Lecce, 27 ottobre 1996) è stata una poetessa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Napoli da madre campana e padre salentino. L'anno successivo la famiglia si trasferirà in Puglia.[1] Esordisce giovanissima nel 1985, alla Festa dell'Unità di Lecce, quando declama i suoi versi durante un reading, al quale è presente anche il poeta (e amico) Dario Bellezza,[2] che apprezza la vitalità della sua espressione poetica.[3] Viene accolta come voce promettente e singolare nel nuovo panorama letterario.[4] Conosce il poeta e critico letterario Franco Fortini, per cui nutre profonda stima e col quale nasce un intenso dialogo epistolare.[5] Muore suicida a Lecce il 27 ottobre del 1996, lanciandosi nel vuoto dal balcone della sua abitazione.

La sua prima opera, Inferno minore, verrà pubblicata postuma due mesi dopo la sua morte sulla rivista «L'incantiere», che realizza un numero speciale. I versi sono caratterizzati da uno stile colto, raffinato e sibillino.[6] Nel 2007 l'editore anconitano peQuod ripubblica l'opera con l'aggiunta di materiale inedito.[7] Nel 2010 esce La sposa barocca. Sette saggi su Claudia Ruggeri, con interventi, fra gli altri, di Flavio Santi e Mario Desiati.[8]

Buona parte dei suoi manoscritti si trova oggi a Firenze, presso il Gabinetto Vieusseux, a cui sono stati donati dalla famiglia nella primavera 2005.[9]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Inferno minore, «L'Incantiere», Laboratorio di poesia, Univ. di Lecce, 1996 (postumo)
  • Inferno minore, con inediti, Ancona, peQuod, 2007 (postumo)
  • Canto senza voce, Lecce, Terra d'Ulivi, 2013 (postumo)
  • Uovo in versi, Lecce, Terra d'Ulivi, 2015 (postumo)
  • Poesie. inferno minore. )e pagine del travaso, con inediti, Neviano, Musicaos Editore, 2018, a cura di Annalucia Cudazzo, collana "Fogli di Via", PENS-Poesia contemporanea E Nuove Scritture del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università del Salento

Studi monografici[modifica | modifica wikitesto]

  • «L'Incantiere» n° 39-40, fascicolo monografico dedicato a Claudia Ruggeri, 1996
  • La ragazza dal cappello rosso, in «Nuovi Argomenti», 5ª serie, n° 28, 2004
  • Alessandro Canzian, Oppure mi sarei fatta altissima, Lecce, Terra d'Ulivi, 2007
  • Augusto Benemeglio, Ritratti, Lecce, Terra d'Ulivi, 2009
  • AA.VV., La sposa barocca. Sette saggi su Claudia Ruggeri, Faloppio (CO), LietoColle, 2010
  • «Il Fiacre N.9», Claudia Ruggeri: la rappresentazione della singolarità, n° 9, Villapiana (CS), Aljon, 2012
  • Elio Scarciglia, Claudia Ruggeri (DVD), Lecce, Terra d'Ulivi, 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Prudenzano, Claudia Ruggeri, o della poesia della meraviglia e della maledizione, Affaritaliani.it, 29 agosto 2009
  2. ^ Rossano Astremo, Le pagine di Claudia. "Inferno minore", un libro per ricordarla, Il Nuovo Quotidiano di Puglia, 25 ottobre 2006.
  3. ^ Nuovi Argomenti n° 28, Mondadori, Milano, ottobre-dicembre 2004
  4. ^ Alessandro Canzian, Oppure mi sarei fatta altissima, Lecce, Terra d'Ulivi, 2007
  5. ^ Mario Desiati, Claudia, l'addio in un verso 'Volli la fine delle streghe', laRepubblica.it, 13 ottobre 2004
  6. ^ Donato Valli, Claudia Ruggeri o dell’impunità della parola, in «L'Incantiere» n. 39-40, Lecce, dicembre 1996
  7. ^ Rossano Astremo, L'inferno minore. Esce il libro postumo di Claudia Ruggeri, Il Nuovo Quotidiano di Puglia, 5 febbraio 2007
  8. ^ Alessandra Peluso, La recensione/ La sposa barocca. Sette saggi su Claudia Ruggeri, Affaritaliani.it, 21 dicembre 2012
  9. ^ Fondo Claudia Ruggeri, SIUSA: Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]