Clathrus archeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Clathrus archeri
Clathrus archeri.jpg
Clathrus archeri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Phallales
Famiglia Phallaceae
Genere Clathrus
Specie C. archeri
Nomenclatura binomiale
Clathrus archeri
Berk., 1980
Sinonimi
  • Lysurus archeri Berk. (1859)
  • Anthurus archeri E.Fisch. (1886)
  • Aserophallus archeri Kuntze (1891)
  • Pseudocolus archeri Lloyd (1913)
  • Schizmaturus archeri Locq. (1977)

Clathrus archeri ovvero fungo tentacolo, comunemente conosciuto come “Octopus Stinkhorn” (“fungo polpo”) o "devil's fingers” (“dita del diavolo"), è un fungo saprofita parente del fungo lanterna.

Questa specie è originaria dell'Australia ed è stato accidentalmente introdotto in Nord America, Asia ed Europa alla fine del 1800, attraverso un sacco di lana, destinato per le filature d'Europa.

È stato scoperto in Francia nel 1918 nei pressi di una base militare che era stata occupata dalle truppe australiane durante la prima guerra mondiale. Le sue spore, molto piccole ma resistenti, sopravvissero all'immenso tragitto, trovando un nuovo habitat in cui prosperare. Il primo esemplare di Clatrhus archeri nelle Americhe è stato osservato nel 1980. Allo stesso modo dell'Europa, si ritiene che il fungo sia stato introdotto nel terreno di piante esotiche importate negli Stati Uniti. Il “fungo polpo” è da considerare una specie alloctona che non minaccia però la biodiversità locale. Il giovane fungo si sviluppa da una struttura a forma di uovo parzialmente interrata, da cui fuoriescono da 4 a 7 “braccia”, inizialmente erette e unite all’apice. Le “braccia” si aprono successivamente mostrando la parte interna rosa-rossastra, ricoperta da una mucillaggine verdastra contenente le spore, la gleba. A maturità il fungo emana un odore simile alla carne putrida per attirare le mosche che contribuiscono alla diffusione delle spore.

Sia per l'aspetto che per l'odore il fungo non è invitante, ma allo stato di ovolo in alcuni paesi viene consumato senza problemi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arora, D; Burk, WR (1982), Clathrus archeri, a stinkhorn new to North America, Mycologia. 74 (3): 501–504. doi:10.2307/3792972.
  • Calonge, Francisco D. (1998), Gasteromycetes, I. Lycoperdales, Nidulariales, Phallales, Sclerodermatales, Tulostomatale in Flora Mycologica Iberica, Vol 3, J Cramer, Berlin, Germany. p. 271.
  • Dring, DM (1980), Contributions towards a rational arrangement of the Clathraceae, Kew Bulletin. 35 (1): 1-96. doi:10.2307/4117008.
  • Pegler, DN et al. (1995) British Puffballs, Earthstars, and Stinkhorns, Royal

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia