Ciro Angelillis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ciro Angelillis (Monte Sant'Angelo, 3 maggio 1873Arezzo, 11 marzo 1956[1]) è stato un medico e storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conseguita la laurea in medicina e chirurgia all'Università di Bologna nel 1899, iniziò a lavorare nella propria città natale. In seguito cominciò a dedicarsi alle indagini sulla storia di Monte Sant'Angelo. Nel 1900 fondò con l'avvocato Filippo Ungaro il Gazzettino del Gargano. Nel 1904 si trasferì per lavoro a Lucera, dove proseguì le proprie ricerche e diresse Il Foglietto dal 1914 al 1917[2].

Bibliografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Monte S. Angelo (1903)
  • G. Tommaso Giordani letterato e patriota pugliese (1907)
  • Profili di personaggi antichi e moderni della città di Monte S. Angelo (1908)
  • L'antichissimo Comune di Monte S. Angelo (1914)
  • Visita alla Basilica di Monte S. Angelo (1914)
  • Le porte di bronzo bizantine nelle Chiese d'Italia e le imposte della Basilica di Monte S. Angelo (1924)
  • Un punto inesplorato nella vita del poverello d'Assisi, il pellegrinaggio al Gargano (1928)
  • La Croce di Federico II nella Chiesa di S. Michele in Monte S. Angelo (1936)
  • La Chiesa e il Convento di S. Francesco in Monte S. Angelo (1936)
  • Nuove luci sulle vicende della regina Giovanna I di Napoli (1937)
  • La Chiesa e l'ex Convento della Trinità di S. Chiara in Monte S. Angelo (1953)
  • Pulsano e l'ordine monastico pulsanese (1953)
  • La Tomba di Rotari (1969)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN242145024 · SBN: IT\ICCU\TO0V\150791