Chiesa Stavropoleos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa Stavropoleos
Biserica Stavropoleos
RO B Stavropoleos church.jpg
StatoRomania Romania
LocalitàBucarest
IndirizzoStr. Poștei 6 sector 3, municipiul București
Religionecristiana ortodossa rumena
TitolareArcangeli Michele e Gabriele
DiocesiArcieparchia di Bucarest
Stile architettonicoStile Brâncoveanu
Inizio costruzione1724
Sito webSito ufficiale

Coordinate: 44°25′54.27″N 26°05′55.64″E / 44.431742°N 26.098789°E44.431742; 26.098789

La chiesa Stavropoleos, in rumeno Biserica Stavropoleos, è la chiesa ortodossa del monastero omonimo, che sorge nel centro di Bucarest, In Romania.

Rappresenta un capolavoro dell'architettura rumena[1] secondo lo stile Brâncoveanu.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il complesso in un dipinto del 1883 di Carl Isler.
Il chiostro.
L'iconostasi.
Veduta dell'interno.

La chiesa e il relativo monastero vennero eretti nel 1724 per volere dell'archimandrita Ioanichie Stratonikeas, originario dell'Epiro, poi divenuto metropolita di Stavropol' nel 1726, ed esarca di Caria. Da questo momento il complesso prese il nome di Stavropoleos. Ioanichie morì il 7 febbraio 1742 ed è sepolto nella chiesa.

Nel 1897 l'architetto Ion Mincu[2] intraprese una profonda campagna di restaurazioni, ristrutturazione e ricostruzione del complesso. Tutti gli edifici annessi del monastero vennero demoliti solo la chiesa venne lasciata. Tuttavia quest'ultima subì i danni di terremoti che minacciavano di far cadere la cupola. Gli affreschi della cupola vennero restaurati all'inizio del XX secolo. Oggi oltre la chiesa si possono vedere un grazioso chiostro a archetti polilobati e un edificio dei primi del '900 che accoglie una biblioteca, una sala di conferenze e un museo.

La chiesa è miracolosamente scampata anche alle distruzioni dell'epoca di Ceaușescu, e la vita monastica ha mantenuto e ripreso il suo corso.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa è un edificio di modeste dimensioni che riflette le tipiche caratteristiche dell'architettura rumena: torre-cupola a dominio sul naòs, pianta trilobata e portico sulla facciata. Sul fronte si apre il bel portico marmoreo a cinque arcate polilobate sorretto da colonne dai ricchi capitelli poggianti su una fine balaustra traforata con motivi vegetali e zoomorfi. Il modulo delle arcate continua, cieco, su tutto il contorno dell'edificio, al di sopra corre un cornicione marmoreo a motivi floreali che lo separati dalla parte superiore. Quest'ultima è decorata da una banda affrescata con fogliami e ritmata da medaglioni recanti figure di Santi.

Si accede attraverso un piccolo nartece, cupolato, separato da colonne marmoree scanalate. L'interno è a pianta centrale con tre absidi rotonde e cupola centrale. Tutte le superfici sono rivestite di affreschi, originali dell'epoca della costruzione. L'abside di fondo è chiusa da una ricca iconostasi, in legno finalmente intagliato, che mostra delle icone antiche su fondo dorato.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Bulgaria-Romania" Guida TCI, 1997, pag. 183.
  2. ^ Sito ufficiale del monastero.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN150481330 · LCCN (ENno2007159255 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007159255