Charles-François Delacroix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Charles-François Delacroix de Contaut (Givry-en-Argonne, 15 aprile 1741Bordeaux, 26 ottobre 1805) è stato un politico e diplomatico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Busto di Charles Delacroix sulla sua tomba al "cimitero de la Chartreuse" (della Certosa) di Bordeaux (Bordeaux)

Charles-François Delacroix de Contaut, nato a Givry-en-Argonne il 15 aprile 1741, morto a Bordeaux, il 26 ottobre 1805, è stato avvocato, uomo politico e un diplomatico francese.

Delacroix fu segretario di Turgot, poi avvocato. Eletto deputato della Marna alla Convention il 3 settembre 1792, si pronuncia per la condanna a morte di Luigi XVI al suo Processo. Eletto al Consiglio degli Anziani sotto il Direttorio, è nominato Ministro degli esteri il 5 novembre 1795. Viene sostituito da Talleyrand il 16 luglio 1797. È poi inviato come ambasciatore nella Repubblica Batava fino al 1798.

Nel 1800, schierato con Bonaparte, diventa Prefetto del Dipartimento delle Bocche del Rodano poi del dipartimento della Gironda (1803-1805).

È padre di Charles-Henri Delacroix (1779-1845), generale dell'Impero e del pittore Eugène Delacroix (1798-1863). Secondo alcuni storici[1], come Jean Orieux[2], Eugène Delacroix avrebbe avuto come padre biologico Talleyrand; uno dei principali argomenti era che Charles-François Delacroix era affetto da una escrescenza che gli impediva di procreare con i mezzi dell'epoca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi Talleyrand et les femmes
  2. ^ Jean Orieux, Talleyrand, le sphynx incompris

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN17213422 · ISNI: (EN0000 0000 8360 183X · BNF: (FRcb106670453 (data)
Predecessore Ministro delle Relazioni Estere della Repubblica francese
Periodo rivoluzionario
Successore Flag of France.svg
Jean-Victor Colchen
19 febbraio 1795 - 3 novembre 1795
1795 - 1797 Charles Maurice de Talleyrand-Périgord
1797- 1799