Cesare Negri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cesare Negri, ritratto da Le Grazie d'Amore

Cesare Negri (Milano, 1535 circa – 1605 circa) è stato un danzatore e coreografo italiano attivo nel XVI secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Poco si conosce di lui se non che veniva detto il Trombone, un nome brutto o scherzoso per qualcuno "che ama suonare la tromba." Nato a Milano, vi fondò un'accademia di danza nel 1554. Fu un coreografo molto attivo per la nobiltà di Milano (curò, tra l'altro, il ballo dato in onore di Margherita d'Austria-Stiria nel salone di Palazzo Reale - all'epoca "Ducale" - in tale occasione a lei dedicato). Scrisse Le Grazie d'Amore (1602), il primo trattato sulla teoria del balletto che esponeva il principio delle "cinque posizioni di base". Il trattato venne ripubblicato nel 1604 con il titolo di Nuove lnventioni di Balli. Scrisse Bianco Fiore per Liuto , brano reso famoso dal chitarrista Andres Segovia.[1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Negri, Nuove lnventioni di Balli. Milano: G. Bordone, 1604. Facsimile dell'originale disponibile su Library of Congress: Dance Instruction Manuals. Versione originale consultabile e scaricabile su: Bibliothèque Nationale de France
  • G. Yvonne Kendall, Le Gratie d'Amore 1602 by Cesare Negri: Translation and Commentary, Stanford University PhD Thesis, 1985. 2 vols.
  • Katherine Tucker McGinnis, Your Most Humble Subject, Cesare Negri Milanese In Dance, Spectacle, and the Body Politick, 1250-1750, edito da Jennifer Nevile, 211-228. Indiana University Press, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cesare Negri, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Controllo di autoritàVIAF (EN100202912 · ISNI (EN0000 0001 1867 6306 · SBN IT\ICCU\DDSV\038049 · LCCN (ENn85050935 · GND (DE119121514 · BNF (FRcb13897888z (data)