Cerro de la Estrella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la montagna messicana, vedi Pico de Orizaba.
Cerro de la Estrella
Cerro de la Estrella.jpg
Scorcio del Cerro de la Estrella
CiviltàCiviltà precolombiane
UtilizzoCittà e tempio
Localizzazione
StatoMessico Messico
LocalitàIztapalapa
Altitudine2 242 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie25,600 
Scavi
Data scoperta1972
Mappa di localizzazione

Coordinate: 19°20′37″N 99°05′24″W / 19.343611°N 99.09°W19.343611; -99.09

Il Cerro de la Estrella (equivalente spagnolo di Collina della Stella) è una piccola montagna associata con molti siti archeologici mesoamericani precolombiani, situata nella parte sud-orientale della Valle del Messico. Il sito fa parte della città diffusa dell'attuale Città del Messico, nella delegación (borough) di Iztapalapa del Distretto Federale Messicano.

Uno di questi siti contiene una piramide mesoamericana di 1500 anni, legata all'era Classica della cultura di Teotihuacan, situata sotto un sito religioso cattolico di età coloniale. Scoperto e descritto inizialmente nel 1972,[1] la struttura fu riscoperta il 5 aprile 2006. La piramide alta 20 metri fu originariamente scolpita nel fianco della collina nel 500 a.C., circa 2000 anni prima della conquista spagnola del Messico. Il sito fu abbandonato attorno all'800. Misura 160 metri per lato. I frammenti di ceramica e le strutture cerimoniali convinsero l'archeologa Miriam Advincula ad iniziare nel 2004 la mappatura dell'area.[2]

L'archeologo Jesús Sánchez disse: "La prima volta che gli abitanti locali ci videro scavare non riuscivano a credere che ci fosse una piramide. Fu solo quando furono portati alla luce i lati e la forma della piramide, quando fu trovato il piano dell'altare, che finalmente cedettero". Facendo caso alle importanti celebrazioni che si tenevano in quel luogo durante la Settimana Santa, disse "sia la cultura pre-ispanica che I rituali della Settimana Santa sono retaggi culturali, per cui dobbiamo trovare il modo di proteggerli entrambi".

Un altro importante sito archeologico situato sul Cerro de la Estrella è il tempio azteco del Nuovo Fuoco. Il Cerro de la Estrella era conosciuto come "Huixachtepetl" ("collina dell'acacia dolce") in tempi aztechi. Durante la cerimonia del Fuoco Nuovo prevista dal calendario azteco, i sacerdoti osservavano il cielo da questo tempio ogni 52 anni, per capire se il mondo sarebbe stato distrutto dagli dei o salvato per altri 52 anni. In caso di salvataggio, i sacerdoti operavano un sacrificio accendendo un nuovo fuoco che sarebbe poi stato portato in ognuna delle città dell'impero azteco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Blanton (1972)
  2. ^ Ancient pyramid unearthed in Mexico, Guardian Unlimited, giugno 2006.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Richard Blanton, Prehistoric Settlement Patterns of the Ixtapalapa Region, Mexico, in Occasional Papers in Anthropology, vol. 6, University Park, PA., Department of Anthropology, Pennsylvania State University, 1972.
  • Ismael Arturo Montero García, Huizachtepetl: geografía sagrada de Iztapalapa, Città del Messico, Delegación Iztapalapa, 2002.
  • Gilberto Ramírez Acevedo, Reporte de la exploración del sitio arqueológico en la cima del Cerro de la Estrella (Huixachtecatl): el templo pirámide del "Fuego nuevo", in Arqueología, vol. 30, 2003, pp. pp.155–167.