Cazuza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cazuza

Agenor Miranda Araújo Neto detto Cazuza (Rio de Janeiro, 4 aprile 1958Rio de Janeiro, 7 luglio 1990) è stato un cantautore brasiliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del produttore discografico João Araújo e di Maria Lúcia Araújo, Cazuza visse fin da piccolo a contatto con la musica, influenzato dalla tradizione della musica brasiliana. Nacque subito in lui una predilezione per le musiche drammatiche e malinconiche come quelle di Cartola, Lupicínio Rodrigues, Dolores Duran, e Maysa. Cominciò a scrivere testi per brani musicali e poesie dal 1965.

Nel 1974 ebbe l'occasione di trascorrere una breve vacanza a Londra dove scoprì la musica dei Led Zeppelin, di Janis Joplin e dei Rolling Stones, musicisti dei quali diventò presto estimatore.

Nel 1978 Cazuza si iscrisse all'università, ma abbandonò il corso di giornalismo dopo tre sole settimane per cominciare a lavorare con suo padre nell'etichetta discografica Som Livre.

Nel 1980 ritornò a Rio de Janeiro, dove si unì al gruppo teatrale Asdrúbal Trouxe o Trombone. In questa occasione ebbe opportunità di conoscere il cantautore Léo Jaime che lo presentò a una band in cerca di un cantante: i Barão Vermelho. Con questa band Cazuza cominciò la sua carriera di cantante e autore. Nel 1985 con i Barão Vermelho partecipò alla manifestazione Rock in Rio, uno dei più importanti festival musicali del continente sudamericano. È proprio in questo periodo che Caetano Veloso definisce Cazuza il più grande poeta della sua generazione.

Nello stesso anno Cazuza scoprì di aver contratto il virus dell'HIV e poco dopo lasciò la band per aver la possibilità di comporre ed esprimersi, musicalmente e poeticamente, nel modo più autonomo e libero possibile.

Cazuza scomparve poco tempo dopo, il 7 luglio 1990, a causa di complicazioni della malattia.

Nella sua carriera registrò solamente cinque dischi, ma lasciando più di 222 brani, 78 dei quali inediti, 34 per altri interpreti.

La sua vita è narrata nel film Cazuza: O tempo não para del regista Walter Carvalho.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i Barão Vermelho[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

  • Exagerado (1985)
  • Só se for a dois (1987)
  • Ideologia (1988)
  • O tempo não para (1988)
  • Burguesia (1989)
  • Por aí (1991, postumo)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15571094 · ISNI (EN0000 0000 5537 0085 · LCCN (ENnr91042409 · WorldCat Identities (ENnr91-042409