Castello della Gardona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello della Gardona
Ubicazione
Stato attualeItalia
CittàCastellavazzo
Coordinate46°17′44.5″N 12°18′33.8″E / 46.295694°N 12.309389°E46.295694; 12.309389
Mappa di localizzazione: Veneto
Castello della Gardona
Informazioni generali
Inizio costruzione1171
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello della Gardona era un antico fortilizio collocato lungo la valle del Piave nei pressi di Castellavazzo (comune di Longarone, provincia di Belluno). Dell'estesa costruzione rimangono solo i resti della torre che aveva un'inusuale pianta triangolare. Nei pressi esiste ancora la cava di pietra che ha fornito il materiale per l'erezione del castello[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ricordato come fortilitium Gardonae, fu innalzato nel 1171 dal vescovo di Belluno Ottone presso il confine con il Cadore (allora parte del patriarcato di Aquileia)[1]. È tuttavia probabile che le sue origini fossero più antiche, da collocare all'epoca delle invasioni barbariche[2].

Faceva parte, assieme al castello di San Giorgio di Soccher, di un più vasto sistema per la difesa della contea vescovile[1]. Col tempo assunse sempre maggiore importanza, andando ad assorbire le funzioni del Castellum Laebactium, localizzato più a valle, presso l'abitato di Castellavazzo[3].

Il castello fu coinvolto nei combattimenti della guerra della Lega di Cambrai. Successivamente, sopraggiunto un lungo periodo di stabilità, rimase inutilizzato e decadde.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Comune di Castellavazzo, Risorse Turistiche [collegamento interrotto], su myportal.regione.veneto.it. URL consultato il 1º ottobre 2011.
  2. ^ Disastro del Vajont, La storia antica, su vajont.net. URL consultato il 1º ottobre 2011.
  3. ^ Castellavazzo, su provincia.belluno.it, Provincia di Belluno. URL consultato il 1º ottobre 2011.