Castagne del prete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castagne del prete
Castagne del prete
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Campania
Zona di produzione Provincia di Avellino - Montella[1] e nella provincia di Salerno[2]
Dettagli
Categoria dolce
Riconoscimento P.A.T.
Settore Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati
 

Le castagne del prete sono castagne cotte a forno, il cui consumo tipico avviene nel periodo natalizio[3].

Sono riconosciute come prodotto agroalimentare tradizionale nella regione Campania, in particolar modo a Montella (provincia di Avellino).[senza fonte]

La produzione delle castagne del prete appartiene alla tradizione alimentare locale e vede l'impiego di un procedimento di essiccazione a fuoco lento su graticci di legno in locali detti gratali per un periodo di circa 15 giorni. Trascorso questo periodo, le castagne vengono tostate in forno ventilato a circa 180 °C per trenta minuti. Prima di essere commercializzate, le castagne vengono idratate immergendole in acqua oppure in una miscela di acqua e vino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luisa Cabrini, Fabrizia Malerba, L'Italia delle conserve, Touring Editore, 2004, p. 133, ISBN 88-365-3293-4.
  2. ^ Castagna del prete - Arca del Gusto, su Fondazione Slow Food. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  3. ^ Castagne del prete, Castagne infornate, Castagne mosce, su agricoltura.regione.campania.it. URL consultato il 5 dicembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina