Caputh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caputh
frazione (Ortsteil)
Caputh – Stemma
Caputh – Veduta
Il castello
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Brandenburg.svg Brandeburgo
DistrettoNon presente
CircondarioPotsdam-Mittelmark
ComuneSchwielowsee
Territorio
Coordinate52°20′50″N 12°59′43″E / 52.347222°N 12.995278°E52.347222; 12.995278 (Caputh)Coordinate: 52°20′50″N 12°59′43″E / 52.347222°N 12.995278°E52.347222; 12.995278 (Caputh)
Altitudine33 m s.l.m.
Superficie12,46 km²
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale14548
Prefisso033209
Fuso orarioUTC+1
TargaOPR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Caputh
Caputh

Caputh è una frazione del comune tedesco di Schwielowsee, nel Brandeburgo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Caputh fu citata per la prima volta nel 1317, e costituiva un piccolo centro rurale.

Il 31 dicembre 2002 il comune di Caputh fu fuso con i comuni di Ferch e Geltow, formando il nuovo comune di Schwielowsee[1].

Monumenti e luoghi d’interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castello (Schloss
Costruito nel 1662 su progetto di Philippe de Chièze, fu ampliato una prima volta dopo il 1673 per diventare una residenza di delizia del principe elettore del Brandeburgo, e una seconda nel 1908-09; gli interni, riccamente decorati, costituiscono una delle poche testimonianze sopravvissute del barocco brandeburghese precedente Schlüter; il parco, che si estende per 5 ettari fino al Templiner See, fu disegnato da Peter Joseph Lenné[2][3].
Chiesa (Dorfkirche
Basilica neoromanica in stile italiano, costruita dal 1848 al 1852 su progetto di August Stüler[4][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistisches Bundesamt Deutschland - Namens- und Grenzänderungen der Gemeinden Archiviato il 1º agosto 2010 in Internet Archive.
  2. ^ (DE) Institut für Denkmalpflege (a cura di), Die Bau- und Kunstdenkmale in der DDR. Bezirk Potsdam, Berlino, Henschelverlag Kunst und Gesellschaft, 1978, pp. 266-267, ISBN non esistente.
  3. ^ a b (DE) Ingrid Bartmann-Kompa, Aribert Kutschmar, Heinz Karn, Architekturführer DDR. Bezirk Potsdam, 1ª ed., Berlino, VEB Verlag für Bauwesen, 1981, p. 131, ISBN non esistente.
  4. ^ (DE) Institut für Denkmalpflege (a cura di), Die Bau- und Kunstdenkmale in der DDR. Bezirk Potsdam, Berlino, Henschelverlag Kunst und Gesellschaft, 1978, pp. 267-268, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN129688165 · GND (DE4259445-5
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania