Capo di Lago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il centro abitato noto in passato come Capo di Lago, vedi Capolago (Varese).
Capo di Lago
frazione
Capo di Lago – Veduta
Panorama dall'alto
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
ComuneDarfo Boario Terme-Stemma.png Darfo Boario Terme
Territorio
Coordinate45°52′53″N 10°09′50″E / 45.881389°N 10.163889°E45.881389; 10.163889 (Capo di Lago)Coordinate: 45°52′53″N 10°09′50″E / 45.881389°N 10.163889°E45.881389; 10.163889 (Capo di Lago)
Altitudine386 m s.l.m.
Abitanti23 (2006)
Altre informazioni
Cod. postale25047
Prefisso0364
Fuso orarioUTC+1
Patronosant'Apollonia
Giorno festivo9 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Capo di Lago
Capo di Lago

Capo di Lago (Cò de Làch in dialetto camuno) è una frazione del comune di Darfo Boario Terme, costituita da un borgo di poche decine di abitanti, sorto sulle sponde del lago Moro, tra le colline delle Sorline e di Rodino, alle pendici del Monte Pora, nella Val Camonica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Presso Capo di Lago passavano antiche strade di comunicazione, tra cui un troncone della via Valeriana costruita dai Romani, che ricalcava in gran parte antichi sentieri battuti da millenni dalle popolazioni autoctone[1].

Fino al 1959 ha fatto parte del comune di Angolo Terme.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La chiesetta di Sant'Apollonia, costruita nel Settecento su una cappella preesistente.

Storia e natura[modifica | modifica wikitesto]

  • Il piccolo borgo;
  • Il lago.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese ha un piccolo, ma significativo[senza fonte], indotto dovuto al turismo legato al vicino lago.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adriano Sigala, Darfo Boario Terme, Quaderni Camuni n. 6, Brescia, Società Editrice Vannini, 1985, pp. 11–13.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Val Camonica Portale Val Camonica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Val Camonica