Canzoniere della Biblioteca Vaticana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Canzoniere della Biblioteca Vaticana (in portoghese Cancioneiro da Vaticana) è uno dei tre canzonieri che raccolgono le cantigas della poesia medievale galiziano-portoghese. Il suo nome è dovuto al fatto di essere stato scoperto nel 1840 ca. da Fernando Wolf[1] nella Biblioteca Vaticana, a Roma. È un codice di 228 fogli numerati, che contiene un totale di 1205 cantigas (databili al XIII-XIV secolo), attribuite a un centinaio di autori diversi. Nel manoscritto viene rilevata l'esistenza di due amanuensi: uno ha copiato le poesie e l'altro vi aggiunse i nomi degli autori. Le cantigas appartengono ai tre generi principali della lirica galiziano-portoghese:

- cantigas de amor,
- cantigas de amigo e
- cantigas de escarnio e maldizer.

Anche se i testi erano concepiti per essere cantati, non vi è nessuna notazione musicale, né lo spazio lasciato per tale scopo[2].

Similmente al Canzoniere Colocci-Brancuti, può essere datato agli inizi del secolo XVI. Si ipotizza che entrambi siano copia di un codice precedente, il quale può essere stato compilato da Pietro del Portogallo, conte di Barcelos, nella prima metà del secolo XIV.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ e per la prima volta trascritto da Ernesto Monaci nel 1875.
  2. ^ Vedi Cancioneiro da Ajuda

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (PT) Cintra, Luís F. Lindley. 1973. (Introdução) Cancioneiro português da Biblioteca Vaticana (Cód. 4803). Reprodução facsimilada. Lisboa: Centro de Estudos Filológicos & Instituto de Alta Cultura.
  • (FR) Ferrari, Anna. 1991. “Le Chansonnier et son double”, in Lyrique romane médiévale: la tradition des chansonniers. Actes du Colloque de Liège, 1989, ed. Madeleine Tyssens, Bibliotèque de la Faculté de Philosophie et Lettres de l'Université de Liège – Fascicule CCLVIII. 303-327
  • (PT) Ferrari, Ana. 1993. “Cancioneiro da Vaticana”, in Lanciani & Tavani 1993: 123-126.
  • (PT) Gonçalves, Elsa. 1993. “Tradição manuscrita da poesia lírica”, in Lanciani & Tavani 1993: 627-632.
  • (PT) Lanciani, Giulia & Tavani, Giuseppe (org.). 1993. Dicionário da Literatura Medieval Galega e Portuguesa. Lisbona: Caminho.
  • (IT) Monaci, Ernesto. 1875. Il canzoniere portoghese della Biblioteca Vaticana, messo a stampa. Halle a.S.: Max Niemeyer Editore.
  • (Gal) Pena, Xosé Ramón. 2002. "Historia da literatura medieval galego-portuguesa", Santiago de Compostela, Sotelo Blanco: 107; 112-121.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]