Campo di volontariato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Campo di lavoro (volontariato))
Un workcamp a tema ecologico-ambientale in Svezia

I campi di volontariato (o campi di lavoro volontario o workcamps o work-camps) sono dei progetti di volontariato di durata variabile, normalmente rivolti ai giovani, incentrati non solamente sulla solidarietà ma anche sulla comunicazione e integrazione tra i volontari e la comunità ospitante.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il campo di lavoro del 1920 presso Verdun

I campi internazionali di volontariato hanno una storia lunga, collegata con l'idea che il lavoro pratico possa agire da collante fra diverse culture e persone, anche quando queste hanno vissuto momenti di conflitto, anche violento.

Tradizionalmente, il primo campo internazionale di volontariato, è considerato quello organizzato nel 1920 a Esnes-en-Argonne, nei pressi della città francese di Verdun, in una zona che era stata distrutta durante la prima guerra mondiale.

A quel primo campo, promosso dall'obiettore di coscienza svizzero Pierre Ceresole, parteciparono cittadini (e anche ex soldati) proveniente dai paesi che fino a pochi mesi prima erano stati in guerra fra loro.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Un campo di lavoro è un'esperienza formativa che ha tra i suoi scopi quello di arricchire i partecipanti per vari motivi:

  • è un'opera concreta di impegno civile;
  • apre la mente e favorisce il dialogo;
  • permette di scoprire le caratteristiche di altre culture;
  • può essere alla base di nuove amicizie;
  • è una buona occasione per praticare le lingue.

Luoghi di svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

I luoghi in cui vengono organizzati i campi di lavoro spaziano dai paesi con economie avanzate a quelli più poveri e sono in genere rivolti a chiunque, senza distinzione alcuna.[2] Nel mondo esistono centinaia di organizzazioni di volontariato[3] collegate fra di loro che organizzano o promuovono annualmente migliaia di campi di lavoro.[4]

Lavoro e aspetti pratici[modifica | modifica wikitesto]

Il lavoro svolto nei campi è principalmente manuale, ma è alla portata di tutti in quanto (se non diversamente specificato) non richiede competenze particolari. La tipologia di lavoro è estremamente variabile: restauro, pittura, costruzione, pulizia, giardinaggio, agricoltura, assistenza a bambini o a persone diversamente abili, insegnamento di lingue straniere[2], ma anche attività di studio, monitoraggio e catalogazione di flora e fauna a rischio estinzione, studio delle culture locali attraverso la riscoperta e la promozione di manifestazioni artistiche e folkloristiche, laboratori artigianali, ripristino di beni culturali, educazione ambientale e promozione di comportamenti eco-sostenibili.

Per tali lavori l'impegno richiesto varia in genere dalle quattro alle sette ore giornaliere[5]; nei paesi dell'Unione europea includono normalmente l'assicurazione medica. Il tutto si svolge di solito in un ambiente piuttosto spartano e i partecipanti devono portare con sé un sacco a pelo. A carico dei volontari resta il viaggio e in alcuni casi (paesi extraeuropei) un contributo da pagare all'associazione locale. L'organizzazione ospitante, spesso con l'appoggio delle autorità locali, mette a disposizione i mezzi per lavorare, un tetto per dormire (a volte si tratta di scuole inutilizzate durante il periodo estivo) e le provviste (da cucinare a cura dei volontari). In genere la lingua parlata nel campo di lavoro è quella inglese, ma salvo casi particolari il livello di conoscenza linguistica richiesto per partecipare con soddisfazione al campo non è affatto elevato. In casi meno frequenti è invece necessaria una certa conoscenza della lingua locale.[6]

Momenti di svago e formazione[modifica | modifica wikitesto]

Al di fuori delle ore di lavoro si svolgono i momenti di svago: attività sportive, visite alle comunità locali, pranzi comuni, feste tradizionali, serate musicali. Il fine settimana è invece dedicato dagli organizzatori del campo (spesso nativi del luogo e volontari anche loro) ad escursioni alla scoperta della regione. A volte oltre alla parte lavorativa durante il campo è prevista una parte studio, che verte in genere sulle tematiche del campo (es. problemi ambientali della regione dove si svolge l'attività nel caso di un campo ecologico...).[6]

Durata del campo ed età dei partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

La durata dei campi di lavoro può variare dai dieci giorni alle tre settimane[5], oppure arrivare fino ad un anno se si tratta di progetti di volontariato a lungo termine o SVE[7]. Questi ultimi sono organizzati di solito in paesi del sud del mondo (Africa, America latina o sud-est asiatico) e presuppongono un maggiore impegno nonché una maggiore capacità di adattamento. Anche l'età media è diversa da caso a caso: se nei progetti di lungo termine nei paesi meno sviluppati i partecipanti possono avere anche oltre quarant'anni, per i workcamps brevi da fare in Europa l'età media si aggira tra i 20 e i 25 anni.

In ogni caso ai volontari è sempre richiesta una certa dose di adattamento, di disponibilità e un profondo rispetto delle identità culturali altrui.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Campi di lavoro: quando vacanza fa rima con solidarietà, Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio, scheda su www.volontariato.lazio.it (consultato nel marzo 2013)
  2. ^ a b Perché fare un campo nell'estate 2013, Associazione InformaGiovani; scheda su www.campidivolontariato.org (consultato nel marzo 2013)
  3. ^ Presentati i campi di volontariato ambientale di Legambiente (consultato nell'ottobre 2013)
  4. ^ Campi di Lavoro e Volontariato Internazionale, Youth Action for Peace Italia; scheda su www.yap.it (consultato nel marzo 2013)
  5. ^ a b Campi di volontariato, Servizio Civile Internazionale, scheda su www.sci-italia.it/index.php/campi-di-volontariato (consultato nel marzo 2013)
  6. ^ a b Campi Associazione InformaGiovani, informagiovani di Abbiategrasso, scheda su www.informagiovani.obizzi.it (consultato nel marzo 2013)
  7. ^ Volontariato a lungo termine, Servizio Civile Internazionale, scheda su sci-italia.it/index.php/volontariato-a-lungo-termine (consultato nel marzo 2013)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R.Sabatini, 40 anni di lavoro volontario: la storia del Servizio Civile Internazionale in Italia, Roma, S.C.I., 1995.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]