Ca' la Ghironda Modern Art Museum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ca' la Ghironda Modern Art Museum
Ubicazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
LocalitàPonte Ronca
IndirizzoVia Leonardo da Vinci 19
Coordinate44°29′40.38″N 11°11′13.41″E / 44.49455°N 11.187059°E44.49455; 11.187059
Caratteristiche
TipoArte moderna
FondatoriFrancesco Martani
DirettoreVittorio Spampinato
Sito web

Il Ca' la Ghironda Modern Art Museum è un'area museale situata in Via Leonardo da Vinci 19 40069, Ponte Ronca, Bologna.[1]

Il museo, principale attrazione dell'area, espone in permanenza opere di importanti artisti, dal 500 fino alle ultime generazioni, come ad esempio: Annibale Carracci, Guido Reni, Giovanni Francesco Barbieri (Guercino), Marcantonio Franceschini, Girolamo Donnini, Francesco Monti, Giovan Battista Gaulli, Francesco Trevisani, Tancredi Parmeggiani, Alberto Burri, Gerard Schneider, Yves Klein, Giorgio Morandi, Pietro Annigoni, Carlo Carrà, Marc Chagall, Piero Manzoni, Roberto Crippa, Emilio Vedova, Lucio Fontana, Francis Bacon, Enzo Bellini, Enzo Tiezzi, Daniele Bongiovanni, Pavel Bucur, Nevio Bedeschi, Maurizio Boscheri, Danilo Mainardi.[2]

Costruito negli anni '80 come compendio agricolo, il Ca' la Ghironda diviene area museale dopo l'intervento di Francesco Martani durato circa venticinque anni. L'area museale, oltre a proporre, mostre di arte contemporanea, eventi culturali, e rassegne ludico-ricreative e congressuali, è anche spazio aperto al pubblico che si presenta come luogo di soggiorno per brevi o lunghi periodi. Ciò grazie alla possibilità di usufruire di servizi come, il Ghironda Resort e il Ristorante Giocondo.[3]

Il luogo è popolare anche come sede per matrimoni, sia perché dispone di 10 ettari di collina verdeggiante e di un certo valore estetico, sia perché all'interno dei suoi confini c'è anche un pittoresco teatro alla greco-romana che può essere utilizzato per celebrare riti simbolici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cultura Italia, un patrimonio da esplorare, su culturaitalia.it. URL consultato il 7 giugno 2016.
  2. ^ Redazione, Ca' la Ghironda, su museionline.info. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  3. ^ e-ntRA - CMS per siti accessibili - http://www.e-ntra.it/ - Ra Computer S.p.A., Ca' La Ghironda Modern art museum, su turismoinpianura.cittametropolitana.bo.it. URL consultato il 6 giugno 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN128038270 · LCCN (ENn2002155889 · WorldCat Identities (ENlccn-n2002155889