Bronja Žakelj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bronja Žakelj

Bronja Žakelj (Lubiana, 1969) è una scrittrice slovena.

Laureata in giornalismo all'Università di Lubiana, lavora nel settore bancario. Nel 2018 ha scritto il suo primo romanzo Il bianco si lava a novanta che nel 2019 ha ricevuto il Premio letterario Kresnik del quotidiano Delo. Grande successo in Slovenia[1][2][3], il libro ha avuto 7 edizioni[4] ed è stato tradotto in italiano e in croato. Sono in preparazione le traduzioni in bulgaro e macedone. È nipote di Lojze Gostiša.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corrado Premuda, Nella Jugoslavia di Tito una bambina racconta la famiglia, la malattia, una Barbie coi bulloni, in Il Piccolo, 1º settembre 2019. URL consultato il 23 novembre 2020.
  2. ^ “Il libro delle18.03” a Gorizia l’ultimo appuntamento in sala con “Il bianco si lava a novanta” di Bronja Zakelj, su friulisera.it, 29 ottobre 2019. URL consultato il 23 novembre 2020.
  3. ^ (SL) Marijan Zlobec, Bronja Žakelj še v finalu za Kresnika, su marijanzlobec.wordpress.com, 23 maggio 2019. URL consultato il 23 novembre 2020.
  4. ^ (HR) Bronja Žakelj, su ljevak.hr. URL consultato il 23 novembre 2020.
Controllo di autoritàVIAF (EN27156130952858311486 · ISNI (EN0000 0004 9599 9469 · LCCN (ENn2019033183 · GND (DE122175761X · CONOR.SI (SL315123811 · WorldCat Identities (ENlccn-n2019033183