Braccialini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Braccialini
StatoItalia Italia
Forma societariasocietà per azioni
Fondazione1954 a Firenze
Sede principaleScandicci
GruppoGraziella Holding
Persone chiave
  • Gianni Gori presidente
  • Gianni Gori, Amministratore Delegato
  • Simone Barsi, Direttore Creativo
Settorepelletteria
Prodottiborse e accessori moda
Fatturato70 milioni € (2013)
Dipendenti85 (2021)
Sito webwww.braccialini.it

Braccialini è una PMI del settore della pelle e fa parte del distretto produttivo della pelle della provincia di Firenze; è presente in oltre 60 paesi, con negozi monomarca o in franchising[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1954 da Roberto e Carla Braccialini, inizia come azienda artigianale di borse, alla scomparsa del marito Carla Braccialini prende le redini dell'azienda.

Nel 1980 entrano in azienda i figli Riccardo e Massimo. Sono anni di espansione e di nuove collaborazioni: con Vivienne Westwood nel 1987 e con Fiorucci, Rocco Barocco e Bagutta nel 1988, anno che vede anche la nascita di Contromano, azienda specializzata nel segmento medio del settore pelletteria.

Nel 1990 il nuovo marchio TUA by Braccialini va ad affiancarsi a quello storico, dal quale comunque si distingue per la destinazione dei prodotti ad un pubblico più giovane e una fascia di prezzi inferiore. Nello stesso anno una rosa stilizzata va a costituire il nuovo logo ufficiale. Nel 1993, viene aperto il primo negozio monomarca Braccialini a Firenze.

Nel 2000 la Braccialini entra a far parte del Mariella Burani Fashion Group. Aumentano i negozi monomarca in Italia e nel mondo, fino a contare nel 2006 la propria presenza in ben 40 paesi. Nel 2007 avviene l'acquisizione dell'azienda Dadorosa Srl, licenziataria a livello mondiale di Gherardini, l'azienda fondata a Firenze nel 1885[2]. Nel 2009 Carla Braccialini viene nominata Cavaliere del Lavoro[3] Nello stesso anno la società inaugura la sua nuova sede a Scandicci.

Dal marzo 2010 la Braccialini esce dal perimetro della Mariella Burani Fashion Group entrando a far parte di Mosaicon, controllata dal fondo inglese di private equity 3i. Nel marzo 2011 Dadorosa viene fusa per incorporazione nella Braccialini srl, per snellire le procedure burocratiche, ridurre i costi e controllare direttamente tutti i marchi.

Dal novembre 2011 Braccialini esce dal gruppo Mosaicon e torna indipendente grazie ad un'operazione che ha visto l'intervento diretto della famiglia fondatrice assieme a nuovi soci finanziari. Contemporaneamente l'azienda acquisisce il marchio Francesco Biasia.

Nell'Aprile 2014 Braccialini festeggia i 60 anni , con una mostra al Museo Marino Marini di Firenze intitolata "Il Giardino Incantato", la retrospettiva ripercorre i 60 anni di estro e creatività dell'Azienda di Scandicci [4] e con un progetto "Braccialini Creative Project" di beneficenza su base competitiva con i designer vincitori: Dmitri Kuteyko, Alexandra Frolova, Olga Prokopova.[5]

Grazie all'accordo pluriennale con Eurocosmesi, divisione di Coswell, Braccialini punta al mercato delle fragranze femminili.[6] Nella primavera 2015 il lancio del primo profumo "Braccialini".[7].

Ecosostenibilità[modifica | modifica wikitesto]

L'Azienda Braccialini, punta per la fine del 2013 a raggiungere l'obbiettivo di 0 emissione di CO2, acquistando energia rinnovabile prodotta dal parco eolico di Corleto Perticara in Basilicata.

Acquisizione dalla Graziella Holding[modifica | modifica wikitesto]

Dall'aprile 2017 la società Braccialini è stata acquisita dalla Graziella Holding.

In data 14 Febbraio 2018 il Tribunale Fallimentare di Firenze ha dichiarato il fallimento della società Braccialini a seguito della revoca dell'ammissione al concordato preventivo.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Braccialini - home
  2. ^ Rassegna Stampa pdf (PDF) [collegamento interrotto], su braccialini.it.
  3. ^ Il Resto Del Carlino - Napolitano nomina 25 nuovi Cavalieri del lavoro Fra gli insigniti anche Conti, Sarmi e Patuelli Archiviato il 30 settembre 2009 in Internet Archive.
  4. ^ Braccialini : Il Giardino Incantato
  5. ^ Braccialini apre al Gum, su fashionunited.it.
  6. ^ Braccialini sbarca nel business del profumo con Eurocosmesi, su repubblica.it. URL consultato il 1º luglio 2015.
  7. ^ Braccialini firma l'accordo con Eurocosmesi per nuove fragranze
  8. ^ Moda, chiude Braccialini: fallito lo storico marchio fiorentino, su firenze.repubblica.it. URL consultato il 19 settembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]