Borgo Sant'Angelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Borgo Sant'Angelo e il Passetto

Borgo Sant'Angelo (toponimo ufficiale: borgo S. Angelo) è una strada che collega vicolo d'Orfeo e piazza Pia, a Roma, nel rione Borgo[1].

La via corrisponde all'antica via Sistina, allargata e raddrizzata, nel 1475, da papa Sisto IV. Non avendo potuto terminare la via, Sisto IV non riuscì ad imporle il proprio nome. Cominciò ad essere chiamata borgo Sant'Angelo intorno al 1544, e per la vicinanza con l'omonimo castello, e per una piccola chiesa nei paraggi, la chiesa di Sant'Angelo al Corridoio, distrutta durante i lavori per la costruzione di Via della Conciliazione. Per gli stessi lavori, furono distrutte tutte le casette che si addossavano al Passetto. L'antico Borgo S. Angelo confluiva in Borgo Nuovo. L'ultimo tratto della strada si chiamo' Via dell'elefante, in ricordo dell'elefante Annone, il quale era li' stazionato.

Il borgo fiancheggia un tratto del Passetto di Borgo, o Corridore, che collega Castel Sant'Angelo ai palazzi del Vaticano.

A borgo Sant'Angelo ha sede la Struttura RAI-Vaticano.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma A.svg
 È raggiungibile dalla stazione Ottaviano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rendina-Paradisi, 84.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Donatella Paradisi, Le strade di Roma. Volume primo A-D, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0208-3.
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma