Borgo San Michele

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Borgo San Michele
frazione
Borgo San Michele – Veduta
Borgo San Michele – Veduta
Il centro di Borgo San Michele nel 1932
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Latina-Stemma.png Latina
ComuneLatina-Stemma.svg Latina
Territorio
Coordinate41°26′17.81″N 12°58′24.64″E / 41.43828°N 12.97351°E41.43828; 12.97351 (Borgo San Michele)
Altitudine16 m s.l.m.
Superficie28,36 km²
Abitanti2 749[1] (2014)
Densità96,93 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale04100
Prefisso0773
Fuso orarioUTC+1
PatronoSan Michele Arcangelo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borgo San Michele
Borgo San Michele

Borgo San Michele è una frazione del comune di Latina, nel Lazio. Città di fondazione, popolata da pionieri venetopontini negli anni trenta, conta 2 749 abitanti[1].

Fino agli anni trenta il centro dell'attuale borgo era denominato località Capograssa o Capograssa[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Borgo San Michele venne fondato quale "Villaggio Operaio a Capograssa" nel 1928 dal consorzio di bonifica di Piscinara nell'area degli Scopeti e delle paludi del Picarello[3].

L'architettura degli edifici, pensati per gli operai della bonifica idraulica, presenta uno stile vagamente neo-settecentesco, insolito rispetto allo stile razionalista tipico degli insediamenti pontini nati durante l'epoca fascista.[2]

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Le strade del borgo sono intitolate a scrittori e poeti del XX secolo.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa e torre di Borgo San Michele

La chiesa di San Michele Arcangelo, realizzata ad ispirazione di quella di Tor Tre Ponti, venne completata nell'ottobre 1932 e venne eletta a parrocchia dal 1º gennaio 1937. A fianco della chiesa sorge la torre dell'acquedotto, realizzata in modo da sembrare un campanile, con l'orologio e una colombaia.

L'insediamento conserva ancora intatta la tipica struttura urbanistica delle prime città di fondazione dell'agro pontino[4]: la piazza centrale con la chiesa, la torre piezometrica, la casa polivalente, la scuola e la fontana[2].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'agricoltura, un tempo l'attività economica di spicco, è stata affiancata dalle industrie farmaceutiche, tra cui la Pfizer (ora Haupt Pharma)[5], ed alimentari.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

A meno di 1 km dal centro di Borgo San Michele è ubicato il Museo di Piana delle Orme[6], esteso per circa 25.000 m².[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La frazione di Borgo San Michele, su italia.indettaglio.it. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  2. ^ a b c Raffaele Lemme (a cura di), Le opere di bonifica dell'epoca fascista, in La casa bene primario - LE CASE DEGLI ITALIANI: L'evoluzione delle abitazioni popolari e borghesi, Roma, Gangemi Editore, p. 87. URL consultato il 9 maggio 2017.
  3. ^ La storia di Borgo San Michele, su borghidilatina.it, Borghi di Latina. URL consultato il 9 maggio 2017.
  4. ^ Azienda di promozione turistica della Provincia di Latina (a cura di), La riviera di Ulisse: itinerari turistici, d'arte e di storia (PDF), Viterbo, 2010, p. 36. URL consultato il 9 maggio 2017.
  5. ^ La Pfizer di Latina diventa Haupt Pharma, su siamolatina.myblog.it, SiAmo Latina. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  6. ^ Museo Piana Delle Orme, su pianadelleorme.com, Museo Piana Delle Orme. URL consultato il 9 maggio 2017.
  7. ^ Amalia Vitiello, Piana delle Orme, su italiadiscovery.it, Italiadiscovery. URL consultato il 9 maggio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN243881334
  Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lazio