Bonanno Pisano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Formella dalla porta di San Ranieri del duomo di Pisa: Fuga in Egitto.

Bonanno Pisano (Pisa, ... – ...) è stato uno scultore italiano attivo tra l'ottavo e il nono decennio del XII secolo.

Nella sua scultura tende a fondere elementi bizantini e oltremontani con riferimenti alla classicità.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Come architetto gli venne erroneamente attribuito dal Vasari il progetto e la realizzazione del Campanile del Duomo di Pisa.

La porta di San Ranieri a Pisa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Porta di San Ranieri.
La Porta di san Ranieri.
Schema iconografiaco della porta di San Ranieri

Del 1181 è la porta di San Ranieri, collocata nel transetto destro del Duomo di Pisa, inserita in un portale databile al tempo dell'esecuzione della facciata del Duomo le cui imposte bronzee narrano in venti formelle i principali episodi della Vita di Cristo.

La direzione di lettura s’intende a porta chiusa: dalla prima formella in basso a sinistra fino alla quarta del primo ordine, e poi ancora da sinistra a destra in tutti i successivi, fino all’ultimo.

Le formelle, disposte in cinque ordini presentano oltre alle storie di Cristo, Dodici profeti in un Paradiso di palme che occupano la fascia inferiore della porta e il Peccato Originale realizzato tramite una sequenza di figurine ospitata nella formella con la Cavalcata dei Magi.

Al sommo della porta Cristo e Maria nella gloria del Paradiso inseriti in architetture che dominano la scena con cupole e pilastri.

In queste scene i personaggi appaiono racchiusi in pesanti vesti e con il corpo aggettante dal fondo, tutti stilemi derivati dalla scultura antica.

Schema iconografiaco della porta di San Ranieri:

  1. Sei Profeti
  2. Sei profeti
  3. Annunciazione
  4. Visitazione
  5. Natività
  6. Cavalcata dei Magi con Peccato originale
  7. Presentazione al Tempio
  8. Fuga in Egitto
  9. Strage degli Innocenti
  10. Battesimo
  11. Tentazione
  12. Trasfigurazione
  13. Resurrezione di Lazzaro
  14. Entrata a Gerusalemme
  15. Lavanda dei piedi
  16. Ultima Cena
  17. Bacio di Giuda
  18. Crocifissione
  19. Discesa al Limbo
  20. Resurrezione
  21. Ascensione
  22. Morte della Vergine
  23. Cristo in gloria
  24. Maria in gloria

La porta del Duomo di Monreale[modifica | modifica wikitesto]

La porta del Duomo di Monreale
Schema iconografiaco della porta di Moreale

Nel 1186 viene collocata nella facciata principale del Duomo di Monreale la porta bronzea inviata da Pisa dall'artista e realizzata probabilmente tra il 1185 e il 1186.

L'opera è firmata Bonanno civis pisanus.

A differenza delle figure di Pisa i corpi non sono più aggettanti ma sono legati al fondo come applique.

Iconograficamente nei cinque ordini inferiori vi sono scene del Vecchio Testamento, sette dedicate alla storia di Adamo ed Eva, e altre sei ad altrettante coppie di profeti mentre nei cinque superiori scene del Nuovo, al sommo Cristo e Maria nella gloria del Paradiso.

Inoltre assistiamo ad una diffusa normalizzazione iconografica, ritornano le aureole, le architetture perdono profondità e appaiono ricoperte di una fitta decorazione che ne smorza la plasticità, tutti elementi che fanno pensare ad una precisa richiesta dei committenti.

Schema iconografiaco della porta di Monreale

  1. Leone
  2. Grifone
  3. Grifone
  4. Leone
  5. Creazione di Adamo
  6. Creazione di Eva
  7. Adamo ed Eva nell’Eden
  8. Peccato Originale
  9. Condanna dell'uomo
  10. Sottomissione della donna all'uomo
  11. Maternità di Eva
  12. Caino e Abele
  13. Fratricidio
  14. Arca di Noè
  15. Noè pianta la vigna
  16. Abramo e i tre angeli
  17. Sacrificio di Isacco
  18. Abramo, Isacco, Giacobbe
  19. Due profeti
  20. Due profeti
  21. Due profeti
  22. Due profeti
  23. Due profeti
  24. Due profeti
  25. Annunciazione
  26. Visitazione
  27. Natività
  28. Cavalcata dei Magi
  29. Strage degli Innocenti
  30. Fuga in Egitto
  31. Presentazione al Tempio
  32. Battesimo
  33. Tentazione di Cristo
  34. Resurrezione di Lazzaro
  35. Entrata a Gerusalemme
  36. Transfigurazione (Tabor)
  37. Ultima Cena
  38. Bacio di Giuda
  39. Crocifissione
  40. Discesa al Limbo
  41. Resurrezione
  42. Noli me tangere
  43. Cena in Emmaus
  44. Ascensione
  45. Maria in gloria
  46. Cristo in gloria

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Albert Boeckler, Die Bronzetüren des Bonanno von Pisa und des Barisanus von Trani, Berlin, Deutscher Verein für Kunstwissenschaft, 1953.
  • William Meczer, La porta di Bonanno nel Duomo di Pisa. Teologia ed immagine, Pisa, Pacini, 1988.
  • John White, Bonanno Pisano, in Enciclopedia dell’arte medievale, Roma 1992, III, pp. 616-620.
  • La porta di Bonanno nel Duomo di Pisa e le porte bronzee medioevali europee. Arte e tecnologia, atti del convegno internazionale di studi (Pisa 6 - 8 maggio 1993) a cura di O. Banti, Pontedera, Bandecchi & Vivaldi, 1999.
  • Antonio Milone, Bonanno Pisano. Il mondo e la scultura, in Artifex bonus. Il mondo dell'artista medievale, Roma-Bari, Laterza, 2004, pp. 82-89.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 22935307 · GND: 118661302