Bernardino Perfetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bernardino Perfetti

Bernardino Perfetti (Siena, 7 settembre 1681Siena, 1º agosto 1746) è stato un giurista e poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Accademia Senese degli Intronati e dell'Accademia dell'Arcadia con lo pseudonimo di Alauro Euroteo, Bernardino Perfetti, senese, deve la sua fama alla straordinaria capacità di improvvisare versi soprattutto in ottave, la forma metrica più complessa in poesia. Da tutti i suoi contemporanei era considerato il miglior improvvisatore di versi estemporanei di tutti i tempi. Scrive di lui Carlo Goldoni: Il poeta cantò per un quarto d'ora [...] era Petrarca, Milton, Rousseau. Era Pindaro in persona.[1] Anche se non trovava d'accordo il Metastasio visto che, secondo lui, era: poco più che mediocre all'improvviso e meno di gran lunga al tavolino.[2]

Nato in una nobile famiglia senese da Angelo Perfetti ed Orsola Amerighi, nel 1696 entro' al Convitto Tolomei di Siena retto dai Gesuiti e studio' filosofia, diritto e letteratura italiana. Nel 1700 ottenne la laurea in Giurisprudenza. Sebbene sin dall'età di sette anni componesse piccole poesie, ciò che lo spinse a fare della poesia estemporanea la sua vita fu assistere da adolescente a un'esibizione del poeta Giovan Battista Bindi.

Perfetti si esibiva generalmente nei salotti buoni dell'aristocrazia e dell'alta borghesia senese e fiorentina. Ma presto fu invitato a feste e ricevimenti un po' in tutta Italia fino a Monaco di Baviera dove nel 1722 fu chiamato ad esibirsi per le nozze di Carlo Alberto di Baviera poi Carlo VII di Baviera. Quando veniva il suo momento il pubblico gli proponeva un tema e lui, quasi trasfigurandosi, con trasporto estatico si lanciava in un fiume di versi e di rime. Durante le performance era sempre accompagnato da un chitarra o un clavicembalo che suonavano musiche recitative.

Scortato dalla principessa Violante di Baviera, moglie di Ferdinando de' Medici e sua mecenate, il 13 maggio 1725, papa Benedetto XIII, lo incoronò Poeta Laureato in Campidoglio e gli concesse la cittadinanza romana. Un onore toccato solo, prima di lui, a Petrarca.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Laurea poetica - nastrino per uniforme ordinaria Laurea poetica
— Roma, 13 maggio 1725

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Goldoni, Memorie, I, 48
  2. ^ Benedetto Croce, La letteratura italiana del Settecento, Laterza, Bari, 1949

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Crescimbeni G.M., Atti della solenne coronazione dell'ill.mo sig. Bernardino Perfetti tra gli Arcadi Alauro Euroteo... poeta insigne estemporaneo, fatte in Campidoglio l'anno 1725. Colla descrizione dell'Apparato per la medesima, Roma e Lucca, 1725
  • Giovannelli, Niccolò, Orazione in morte del celebre poeta laureato cavaliere Bernardino Perfetti recitata in Siena nell'Accademia degl'Intronati dal canonico Niccolò Giovannelli detto il Pensieroso, Firenze, 1748
  • Perfetti, Bernardino, Saggi di poesie. Parte dette all'improvviso e parte scritte dal cavaliere Bernardino Perfetti; raccolte, e date alla luce dal dottor Domenico Cianfogni, Firenze, 1748
  • Le Magasin Pittoresque - Livraison n°28 - Les improvisateurs célèbres: Bernardino Perfetti, Paris quais des Grands Augustins, Juillet 1876
  • Wiktor Weintraub, The Problem of Improvisation in Romantic Literature, Comparative Literature, Vol. 16, No. 2, Spring 1964
  • Vernon Lee, Studies of the Eighteenth Century in Italy, London, Satchell, 1880
  • The New York Times, Past Italian Literature, 22 agosto 1880
  • Bernardino Perfetti et la poésie improvisée dans l'Italie du XVIIIe siècle. Firenze, Olschki, 1992

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74655879 · ISNI (EN0000 0000 6133 9260 · LCCN (ENn92114944 · BNF (FRcb12510403n (data) · BAV (EN495/34626 · CERL cnp00403873 · WorldCat Identities (ENlccn-n92114944