Bed-Sitter Images

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bed-Sitter Images

Artista Al Stewart
Tipo album Studio
Pubblicazione 1967
Durata 41 min : 02 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Pop
Folk
Etichetta CBS
Produttore Roy Guest
Al Stewart - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1969)

Bed-Sitter Images è il primo album di Al Stewart, pubblicato nel 1967

Disco[modifica | modifica sorgente]

Disco atipico per un autore di estrazione folk come Stewart, Bedsitter Images è composto da canzoni scritte per chitarra acustica, voce e orchestra.

Denise at 16 e Ivich sono brani strumentali per sola chitarra.

In Beleeka Doodle Day Stewart ricorda una settimana trascorsa in Italia insieme agli amici Mike e Robin (I had a week once in Italy / With Mike and Robin and some songs). Mike e Robin sono Mike Heron e Robin Williamson, fondatori (insieme a Clive Palmer) della Incredible String Band.

Per promuovere il disco il 3 novembre 1967 fu organizzato, alla Royal Festival Hall, un concerto in cui Stewart fu accompagnato dalla London Orchestra diretta da Alexander Faris.

Nel retro di copertina del disco il produttore Roy Guest racconta quali sono stati gli inizi della carriera artistica di Stewart.

Nel 1970 Bedsitter Images è stato pubblicato di nuovo con il titolo The First Album e alcune tracce sostituite (vedi elenco tracce).

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutte le canzoni scritte da Al Stewart

  1. Bedsitter Images – 3:19
  2. Swiss Cottage Manoeuvres – 3:55
  3. The Carmichaels – 2:50
  4. Scandinavian Girl – 2:32
  5. Pretty Golden Hair – 3:37
  6. Denise At 16 – 3:17
  7. Samuel, Oh How You've Changed! – 3:57
  8. Cleave To Me 2:52
  9. A Long Way Down From Stephanie – 3:25
  10. Ivich – 4:23
  11. Beleeka Doodle Day – 6:55

N.B. Pretty Golden Hair e Cleave To Me, nella riedizione di Bedsitter Images intitolata The First Album, sono state sostituite da Lover Man (scritta da Mike Heron) e Clifton in the Rain (scritta da Al Stewart).

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

  • Al Stewart - voce, chitarra
  • Alexander Faris - arrangiamenti orchestrali