Battaglia di Cable Street

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 51°30′39.06″N 0°03′07.63″W / 51.51085°N 0.05212°W51.51085; -0.05212

La battaglia di Cable Street o Cable Street Riot (rivolta di Cable Street) avvenne la domenica del 4 ottobre 1936 a Cable Street nell'East End di Londra. Essa fu uno scontro fra agenti della Metropolitan Police Service, che scortavano un corteo autorizzato della British Union of Fascists, guidato da Oswald Mosley ed un gruppo antifascista comprendente anche un gruppo di ebrei, socialisti, anarchici, irlandesi e comunisti. La maggior parte dei manifestanti di entrambi gli schieramenti parteciparono al corteo con lo scopo preciso di realizzare una provocazione. Mosley decise di far marciare migliaia di fascisti vestiti con le loro camicie nere proprio nell'East End di Londra che era abitato da un gran numero di ebrei.

Evento[modifica | modifica sorgente]

Gli anti-fascisti sbarrarono la strada nel tentativo di impedire la sfilata. Nonostante i tentativi della polizia di riaprire la strada, dopo una serie di scaramucce fra la polizia e gli antifascisti, la marcia non poté essere effettuata ed il gruppo dei fascisti si disperse dentro Hyde Park. Barricate vennero erette vicino all'incrocio con Christian Street, verso il west end di questa lunga strada.

Un testimone oculare quindicenne al momento dell'evento, William J. Fishman, disse: "Io ero andato per vedere gli ebrei dalla lunga barba ed i cattolici irlandesi fermi ad attendere l'arrivo dei fascisti. Io non potrò mai dimenticare, per il resto della mia vita, come il gruppo degli appartenenti alla classe dei lavoratori si oppose alla malvagità dei razzisti"[1] Viene descritta nel libro di Ken Follett: L'inverno del mondo.

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

La battaglia di Cable Street fu il fattore principale che portò all'emanazione del Public Order Act 1936, che prescriveva un'autorizzazione preventiva della polizia per l'organizzazione di marce politiche ed il divieto di sfilare con indosso qualsiasi uniforme politica. Questo è generalmente considerato uno dei maggiori elementi che portarono al declino politico del partito fascista britannico ben prima dello scoppio della seconda guerra mondiale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Day the East End said 'No pasaran' to Blackshirts by Audrey Gillan, The Guardian, 30 settembre 2006. accesso 23 ottobre 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia