Battaglia di Łódź (1914)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Łódź
Il fronte orientale nell'autunno 1914
Il fronte orientale nell'autunno 1914
Data 11 novembre - 6 dicembre 1914
Luogo Łódź, Polonia
Esito Indeciso
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
225.000 uomini 400.000 uomini
Perdite
160.000 morti e feriti 120.000 morti e feriti
Voci di guerre presenti su Wikipedia

La battaglia di Łódź fu uno scontro della prima guerra mondiale, combattuto tra le forze dell'impero tedesco e quelle dello impero russo, in condizioni climatiche estreme.

Forze[modifica | modifica wikitesto]

I tedeschi schierarono la IX Armata sotto il comando di Mackensen, mentre gli austro-ungarici occupavano le posizioni liberate dall'armata tedesca, con la II Armata. I russi, invece, disponevano di un gruppo di armate (I, II e V), difendenti Varsavia, sotto il comando di Rennenkampf.

Svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

L'11 novembre Mackensen attaccò e colpì la Prima Armata russa a sud della Vistola, sconfiggendola. Nel frattempo, la Seconda Armata di Scheidemann, generale russo, venne costretta dai tedeschi a ritirarsi a Łódź. Ora i russi si rendevano conto del pericolo: la Seconda Armata, accerchiata, rischiava di essere distrutta. Il generale Plehve, comandante della V armata, attaccò con grande energia il fianco destro tedesco. I tedeschi rischiavano a loro volta di essere accerchiati, ma il 26 novembre liberarono una via di ritirata, portando con sé i prigionieri russi. Gli scontri sarebbero proseguiti nei giorni successivi ma i tedeschi non riuscirono più a sfondare le linee difensive russe.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Grande Guerra Portale Grande Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grande Guerra