Banca dello Stato Pontificio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Banca dello Stato Pontificio
StatoStato Pontificio Stato Pontificio
Fondazione1850 a Roma
Chiusura1870
Sede principaleRoma
SettoreBancario

La Banca dello Stato Pontificio è stata una banca di emissione operante nello Stato della Chiesa dal 1850 al 1870.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sulla base di un privilegio concesso dal papa Gregorio XVI nel 1833, nel 1834 un gruppo di finanzieri francesi e belgi costituì la Banca Romana in forma di società per azioni come banco di emissione dello Stato Pontificio con concessione per ventun anni[1].

Nel 1848 la Banca Romana non era più in grado di far fronte alle richieste di rimborso e fu introdotto il corso forzoso. Il corso forzoso proseguì anche durante il periodo della Repubblica Romana. Nel 1850 fu fondata una nuova banca centrale, anch'essa in forma di società per azioni, la Banca dello Stato Pontificio, che assorbì la vecchia Banca Romana. Nel 1855, date le difficoltà anche della nuova banca, che doveva ricorrere a limitazioni della convertibilità delle banconote, le filiali romagnole furono staccate per costituire la Banca delle Quattro Legazioni'[1].

Dopo la presa di Roma (20 settembre 1870) la Banca riprese l'antica denominazione di Banca Romana[1] e fu una delle sei banche centrali con facoltà di emettere biglietti di banca intitolati al regno d'Italia. In seguito a un grave scandalo amministrativo, alla fine del 1893 la Banca Romana venne fusa con la Banca Nazionale nel Regno d'Italia, la Banca Nazionale Toscana e la Banca Toscana di Credito per le Industrie e il Commercio d'Italia per dare origine alla Banca d'Italia[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Luigi De Matteo, Il Banco di Santo Spirito dalle origini al 1960
  2. ^ Napoleone Colajanni, Storia della banca italiana, Roma, Newton Compton, 1995

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guglielmo Heyermann, Alla santità di nostro signore papa Pio IX felicemente regnante : progetto per l'istituzione di una nuova banca pontificia, ed applicazione della medesima alla costruzione delle strade ferrate nello Stato pontificio. Roma : Tipografia Menicanti, 1847
  • Banca dello Stato Pontificio, A senso dell'avviso pubblicato li 28 novembre scorso a forma dello statuto, si riunì il Consiglio generale della Banca dello Stato Pontificio li 13 decembre 1854, in cui il Governatore della Banca lesse il seguente rapporto etc. Roma : Fratelli Pallotta, 1854
  • Francesco Liverani, "Statuto della Banca dello Stato Pontificio" in Il papato, l'impero e il regno d'Italia: memoria. Roma : Coi tipi della Civiltà cattolica, 1861, pp. 328-331 (on line)
  • Enzo Magri, I ladri di Roma : 1893 scandalo della Banca Romana : politici, giornalisti, eroi del Risorgimento all'assalto del denaro pubblico. Milano : A. Mondadori, 1993

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]