Banca CR Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Banca CR Firenze
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariasocietà per azioni
Fondazione30 marzo 1829 a Firenze
Fondata daCosimo Ridolfi
Sede principaleFirenze
GruppoIntesa Sanpaolo
Persone chiave
  • Aureliano Benedetti, presidente
  • Piero Antinori, vicepresidente
SettoreBancario
Utile netto185,4 milioni di (2007)
Sito web

Banca CR Firenze S.p.A. (nota ai più con la vecchia denominazione Cassa di Risparmio di Firenze) è un istituto di credito italiano di proprietà del gruppo Intesa Sanpaolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È nata il 30 marzo 1829 grazie all'opera di Cosimo Ridolfi., come Cassa di Risparmio di Firenze. Ai primi del Novecento, ha già aperto Filiali anche fuori della Toscana, ad esempio a Forlì, in Romagna. Nel corso degli anni Venti, tali Filiali forlivesi vengono rilevate dalla Cassa dei Risparmi di Forlì, allora in espansione.

Nel 1992 ha assunto l'attuale denominazione. Era quotata alla Borsa di Milano nel segmento Midex (CFI.MI, ISIN: IT0004194970). A seguito di un'offerta pubblica d'acquisto è stata delistata ed è entrata a far parte del gruppo Intesa Sanpaolo.

Il 15 giugno 2015 l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze cede il 10,26% rimanente a Intesa Sanpaolo che diventa l'unico azionista.

Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni al 2013[modifica | modifica wikitesto]

Dati al 31 dicembre 2013.[1][2]

Partecipazioni al 2016[modifica | modifica wikitesto]

  • Intesa Sanpaolo Romania S.A. Commercial Bank - 8,18%
  • Cr Firenze Mutui S.r.l. - 10%
  • Immobiliare Novoli S.p.A. - 50% (gestisce il progetto immobiliare di sviluppo dell’area urbana di Firenze – Novoli)
  • Intesa Sanpaolo Formazione S.c.p.A. - 13,75%
  • Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia S.p.A. - 74,88%
  • Smia S.p.A. - 0,42%
  • Intesa Sanpaolo Group Services S.c.p.A. - 0,01%
  • Infogroup S.c.p.A. - 65,45% (venduta il 28 dicembre 2017 a Engineering)

Dati al 31 dicembre 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio 2013 CR Firenze (PDF), su www2.bancacrfirenze.it, p. 111. URL consultato il 28 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).
  2. ^ Bilancio 2013 CR Firenze (PDF), su www2.bancacrfirenze.it, p. 140. URL consultato il 28 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 2097 7263