Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
AIL
Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma
Logo AIL Onlus.png
TipoONP
Fondazione8 aprile 1969
Sede centraleItalia Roma
Altre sedi81 Sezioni provinciali
Area di azioneItalia
PresidenteSergio Amadori
VolontariOltre 25 mila
MottoA fianco del paziente, a favore della ricerca
Sito web

L'AIL, Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, costituita l'8 aprile 1969 a Roma e riconosciuta con decreto del Presidente della Repubblica n. 481 del 19/09/1975, è una ONLUS che opera sul territorio nazionale grazie all'attività di 81 sezioni provinciali che collaborano in stretto rapporto con i centri di ematologia.

AIL raccoglie i fondi da destinare alla ricerca scientifica e all'assistenza al paziente attraverso diverse iniziative nazionali. Quelle più importanti sono: le Stelle di Natale, le Uova di Pasqua e la Giornata nazionale contro le leucemie, linfomi e mieloma che si svolge ogni 21 giugno. Dal 2006 anche la raccolta fondi tramite il 5 per mille ha permesso all'associazione di erogare somme che sono state destinate ai progetti di ricerca e assistenza. AIL raccoglie fondi anche tramite gli eventi e le manifestazioni locali promosse sul territorio dalle sue 81 Sezioni.

AIL finanzia il Gruppo italiano malattie ematologiche dell'adulto (GIMEMA), collabora a sostenere le spese per il funzionamento dei centri di Ematologia e di trapianto, realizza case di accoglienza, organizza servizi di cure domiciliari, promuove seminari interattivi per i pazienti, realizza scuole e sale gioco in ospedale, promuove la formazione e l'aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Le principali attività sono:

  • Finanzia la ricerca attraverso il GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto), una fondazione no-profit per lo sviluppo e la formazione della ricerca scientifica;
  • Realizza Case AIL vicine ai maggiori Centri di ematologia.
  • Organizza il servizio di assistenza e ospedalizzazione domiciliare per evitare il ricovero in ospedale a tutti i pazienti che possono essere curati nella propria casa;
  • Realizza scuole e sale gioco in ospedale per bambini;
  • Sostiene la formazione e l'aggiornamento di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio attraverso l'erogazione di borse di studio, prestazioni professionali e contratti di lavoro a tempo determinato e indeterminato;
  • Promuove seminari per i pazienti per garantire loro un confronto diretto con gli specialisti del settore e informazioni sempre aggiornate sulla loro malattia;
  • Collabora a sostenere le spese per assicurare il funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di Cellule Staminali.

Eventi e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Su tutto il territorio nazionale l’AIL organizza iniziative di raccolta fondi:

  • Uova di Pasqua, la manifestazione si svolge generalmente due settimane prima della Pasqua;
  • Giornata nazionale contro le leucemie i linfomi e il mieloma, si svolge ogni 21 giugno dell'anno;
  • Stelle di Natale, la manifestazione si svolge generalmente due settimane prima della Vigilia di Natale.

Le Sezioni AIL[modifica | modifica wikitesto]

AIL opera sul territorio nazionale grazie al lavoro e all'impegno di 81 Sezioni provinciali. Le loro attività sono incentrate su:

  • Sostegno alla ricerca scientifica;
  • Assistenza domiciliare;
  • Realizzazione di residenze - case alloggio;
  • Acquisto di macchinari e attrezzature destinate ai centri ematologici pubblici;
  • Acquisto o ristrutturazione di immobili;
  • Finanziamenti per interventi di ammodernamento, ampliamento e creazione di reparti ematologici.

Le tappe dell'associazione[modifica | modifica wikitesto]

1969 L’AIL nasce l’8 aprile del 1969 a Roma da Franco Mandelli.

1975 Il 19 settembre l’associazione viene riconosciuta con Decreto del Presidente della Repubblica n. 481. Nascono le prime 13 sezioni provinciali.

1987 Viene inaugurato a Roma l’ufficio operativo della sede nazionale, con lo scopo di coordinare le attività delle sezioni locali.

1989 Si svolge la prima edizione della manifestazione nazionale Stelle di Natale.

1993 Si sperimenta con successo il primo servizio di Assistenza Domiciliare per i pazienti ematologici. Nascono le prime Scuole in ospedale.

1994 Alla campagna delle Stelle viene affiancata quella delle Uova di Pasqua nelle piazze italiane.

1995 Il professor Mandelli, in accordo con colleghi ematologi di tutta Europa, propone di realizzare la Settimana Europea contro le leucemie. La settimana diventerà poi la “Giornata nazionale”.

1998 L’AIL viene riconosciuta come ONLUS.

2005 Il 7 aprile, l’AIL riceve dal Presidente della Repubblica - Carlo Azeglio Ciampi – la medaglia d’oro “Al Merito della Sanità Pubblica”. Inizia la collaborazione tra l’AIL e il GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto), il cui principale obiettivo è promuovere e coordinare le attività di ricerca no profit in ambito ematologico, aggiornando e migliorando i protocolli di diagnosi e cura.

2009 Nasce “AIL-pazienti” con il primo gruppo “AIL Pazienti Leucemia Mieloide Cronica”.

2012 L’AIL stringe un accordo con FIEOP – Federazione Italiana Ematologia e Oncologia Pediatrica

2018 Il 5 maggio, il Consiglio di Amministrazione nomina Sergio Amadori nuovo Presidente nazionale dell'AIL

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005, in occasione della Giornata Mondiale della Sanità, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha consegnato ad AIL la medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica. Motivazioni del premio ad AIL: “Per aver assicurato tangibili contributi allo sviluppo della Ricerca Scientifica e al funzionamento dei centri di Ematologia e di Trapianto di cellule staminali; per l’assistenza sanitaria assicurata ai pazienti e le attenzioni riservate ai loro familiari – e per i congrui finanziamenti destinati alla Ricerca sulle leucemie, i linfomi, il mieloma e le altre malattie del sangue”.

Franco Mandelli e Carlo Azeglio Ciampi durante la premiazione, nel 2005

Nel 2006 l'AIL Nazionale riceve l’attestato di Socio Aderente dell'Istituto Italiano della Donazione (IID), organismo che attesta l’uso chiaro, trasparente ed efficace dei fondi raccolti, a tutela dei diritti del donatore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]