Associazione europea degli editori scientifici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Associazione europea degli editori scientifici (European Association of Science Editors, EASE) - è una organizzazione internazionale no-profit che si interessa di comunicazione scientifica. Fondata in Francia nel 1982, EASE, conta oggi membri in tutta Europa di diverso background e di diversa esperienza professionale.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

EASE conta circa 550 membri che vivono in 50 differenti paesi, non solo in Europa ma anche in altre parti del mondo.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Periodico trimestrale European Science Editing[1]
  • Un blog[2]
  • Science Editors' Handbook[3]
  • Statement on inappropriate use of impact factors[4]

Linee guida EASE[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 e i 2011 EASE ha pubblicato delle linee guida per gli autori e i traduttori di articoli scientifici in lingua inglese (EASE Guidelines for Authors and Translators of Scientific Articles to be Published in English). Le linee guida riassumono quelle che "EASE" valuta le più importanti raccomandazioni per rendere più efficace la comunicazione scientifica a livello internazionale e prevenire una cattiva condotta editoriale. Il documento è stato tradotto in molte lingue[5] per facilitarne la divulgazione in tutto il mondo e l'utilizzo da parte di scienziati dei Paesi non di lingua inglese[6].

Le linee guida EASE sono il risultato di lunghe discussioni svoltesi sul forum web dell'EASE e durante la conferenza EASE di Pisa del 2009, oltre che nelle successive consultazioni all'interno del Council dell'EASE[7]. Il documento comprende un set essenziale di linee guida, che fornisce indicazioni su come redigere testi completi, concisi e chiari.

Il documento comprende un set essenziale di linee guida, che fornisce indicazioni su come redigere manoscritti completi, concisi e chiari. È integrato da una bibliografia per ulteriori approfondimenti e da alcune brevi appendici (Abstract, Ambiguità, Coesione, Plurali, Semplicità, Spelling), che presentano argomenti specifici in modo più dettagliato oppure forniscono un maggior numero di esempi. Le linee guida EASE mettono in evidenza la necessità di una corretta strutturazione dell'articolo (ad esempio, nell'introduzione va citata in modo chiaro l'ipotesi verificata), di un abstract che contenga il maggior numero di informazioni (inclusi i dati più importanti e le conclusioni), e di una scrittura comprensibile così che i lettori non vengano demoralizzati né confusi.

Il Council dell'EASE prevede di aggiungere ulteriori appendici su argomenti specifici e altre traduzioni (eseguite soprattutto da volontari) e di svolgere periodiche revisioni annuali delle linee guida EASE[7][8].

È consentita la stampa del documento per usi non commerciali, per poter essere facilmente essere utilizzato anche come materiale didattico in corsi di scrittura scientifica ed etica della pubblicazione[6].

Conferenze[modifica | modifica wikitesto]

EASE organizza una conferenza approssimativamente ogni 2-3 anni[1]:

Affiliazioni[modifica | modifica wikitesto]

EASE è affiliata alla International Unions of Biological Sciences (IUBS), ed alla International Unions of Geological Sciences (IUGS).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ European Science Editing Archiviato il 26 gennaio 2009 in Internet Archive.
  2. ^ EASE journal blog
  3. ^ Science Editors' Handbook
  4. ^ Statement on inappropriate use of impact factors Archiviato il 25 novembre 2010 in Internet Archive.
  5. ^ Sito web EASE Guidelines
  6. ^ a b Ufnalska S.B. 2011. EASE guidelines help editors and scientists save time Archiviato il 26 maggio 2012 in Internet Archive.. Science Editor 34(4):e10. Retrieved 2012-01-03
  7. ^ a b Ufnalska S. 2010. Major editorial guidelines need to be translated and popularized Archiviato il 4 febbraio 2012 in Internet Archive.. PDF (1,1 MB) European Science Editing 36(2): 40-41.
  8. ^ Ufnalska S. 2010. Multilingual EASE Guidelines for Authors and Translators Archiviato il 19 ottobre 2010 in Internet Archive.. PDF (0.01 MB) Learned Publishing 23(4): 331-332.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN135579610 · ISNI (EN0000 0000 9248 054X · LCCN (ENn85149176 · WorldCat Identities (ENlccn-n85149176