Assistenza sanitaria integrativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'assistenza sanitaria integrativa rappresenta una forma di tutela che permette l'integrazione o sostituzione della sanità pubblica per quel che riguarda le prestazioni sanitarie e i servizi medico-sanitari, attraverso l'intervento dei fondi sanitari integrativi.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Può essere stipulata dal singolo in autonomia, oppure in forma collettiva se rientrante all'interno dei diritti previsti dai contratti collettivi nazionali del lavoro (CCNL), dagli albi professionali o dai contratti integrativi della singola azienda. In molti casi le prestazioni di assistenza sanitaria integrativa vengono offerte dal datore di lavoro come benefit verso tutti o una parte dei dipendenti.

Gli enti che erogano i servizi di sanità integrativa possono essere nella forma di assicurazioni sanitarie, fondi sanitari integrativi o casse e società di mutuo soccorso.

A seconda dell'ente erogante, la sanità integrativa offre la possibilità ai propri iscritti di ricevere un rimborso totale o parziale delle prestazioni medico-sanitarie erogate presso la propria struttura ospedaliera o ambulatoriale di fiducia.

Elenco fondi sanitari integrativi, casse e società di mutuo soccorso in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il Ministero della salute italiano ha un'anagrafe dei fondi ma non pubblica l'elenco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lemma, Valerio, Fondi Sanitari Integrativi Tra Gestione Del Rischio E Risparmio (Private Health Funds in the Middle of Risk Management and Savings), in Rivista Trimestrale di Diritto dell'Economia, vol. 2015, n. 2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]