Arvid Horn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arvid Bernhard Horn

Arvid Bernhard Horn (Vuorentaka, 6 aprile 1664Ekebyholm, 17 aprile 1742) è stato un diplomatico e statista svedese.

Fu presidente della cancelleria (1710) e capo del governo sotto Carlo XII di Svezia, ma si dimise nel 1719 per disaccordo con la regina Ulrica Eleonora di Svezia.

Di nuovo capocancelliere e consigliere sotto Federico I di Svezia, si ritirò dopo la vittoria degli Hattar.

Sul piano politico cercò sempre di evitare guerre e conflitti e pensò solo alla prosperità del suo Paese.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sture Bolin, «HORN, Arvid Bernhard» la voce nella Enciclopedia Italiana, Volume 18, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1933.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN71163017 · ISNI: (EN0000 0000 6332 285X · LCCN: (ENno2007021548 · GND: (DE13871598X · CERL: cnp01179058