Arteria gastroduodenale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arteria gastroduodenale
Gastroduodenal artery.png
Arteria gastroduodenale evidenziata in giallo. L'arteria è un ramo dell'arteria gastroepatica che rappresenta uno dei tre rami di divisione del tronco celiaco.
Anatomia del Gray (EN) Pagina 604
Nome latino arteria gastroduodenalis
Sistema Apparato circolatorio
Origine Arteria gastroepatica
Rami collaterali  · Arteria gastroepiploica destra
 · Arteria pancreaticoduodenale superiore
Identificatori
TA A12.2.12.016
FMA 14775

L'arteria gastroduodenale è un piccolo tronco arterioso da cui originano l'arteria gastroepiploica destra e l'arteria pancreaticoduodenale superiore.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

Origina dalla arteria gastroepatica che costituisce uno dei tre rami di divisione del tronco celiaco. I suoi rami irrorano il piloro, il pancreas e la faccia posteriore della prima porzione del duodeno[1]. L'arteria nasce dietro alla prima porzione del duodeno, discende in basso decorrendo tra la parete duodenale posteriore e la superficie antero-superiore della testa del pancreas.

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 15-20% dei portatori di ulcera peptica localizzata nel piloro o di un'ulcera duodenale può presentare emorragia a causa di un lesione dei vasi sanguigni che decorrono lungo le pareti gastro-duodenali e che originano o dall'arteria gastroduodenale o dall'arteria gastroepiploica destra o dall'arteria pancreaticoduodenale superiore[2]. Per questo, nei casi in cui si debba procedere con un intervento chirurgico per i casi di ulcera refrattaria alla terapia antiacida, si deve sempre ricercare la presenza di lesioni a livello di questi vasi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe C. Balboni, et al., Anatomia Umana, Vol. 1., Ristampa 2000, Milano, Edi. Ermes s.r.l., 1976, ISBN 88-7051-078-6.
  2. ^ Dionigi, Basi teoriche e Chirurgia generale - Chirurgia specialistica (4ª edizione), Padova, Elsevier Masson, 2006, ISBN 978-88-299-1654-2.
Anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia