Arteria facciale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arteria facciale
Gray508.png
Le arterie del viso e del cuoio capelluto. (L'arteria facciale è visibile nella parte centrale inferiore.)
Anatomia del Gray(EN) Pagina 553
SistemaApparato circolatorio
Identificatori
TAA12.2.05.020
FMA49549

L'Arteria facciale o arteria mascellare esterna,[1][2] è il ramo collaterale più grosso della carotide esterna. Nasce superiormente all'arteria linguale sopra il grande corno dell'osso ioide. Nel suo decorso, risale lungo la parete laterale della faringe appoggiata al muscolo costrittore superiore della stessa ed incrocia il polo posteriore della ghiandola sottomandibolare. Vascolarizza, infatti, il palato molle, la tonsilla palatina, la ghiandola sottomandibolare, le labbra, il naso esterno, i muscoli del mento e la cute. Infatti dall'arteria facciale originano molti rami collaterali divisi in rami cervicali e facciali. Quelli cervicali sono : l'arteria palatina ascendente, tonsillare, rami ghiandolari e arteria sottomentale. I rami facciali sono : arteria labiale inferiore e superiore. Il ramo terminale, invece, è rappresentato dall'arteria nasale laterale (o arteria dell'ala del naso)che nasce al livello della radice del naso e decorre sulla superficie laterale anastomizzandosi con l'arteria dorsale del naso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anatomia della Mascella, su sapere.it. URL consultato il 29 agosto 2016.
  2. ^ Anatomia facciale, su treccani.it. URL consultato il 29 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]