Antonio de' Saluzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio da Saluzzo
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Savona
Arcivescovo di Milano
Nato ?, Saluzzo
Elevato arcivescovo 8 settembre 1376
Deceduto 1401, Milano

Antonio da Saluzzo o Antonio de' Saluzzi (Saluzzo, ... – Milano, 1401) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da una famiglia aristocratica originaria di Saluzzo, forse imparentata con i potenti marchesi della regione, Antonio fu eletto vescovo di Savona nel 1356.

Nel 1380 fu trasferito alla sede metropolitana di Milano.

Fu l'iniziatore della costruzione del Duomo di Milano nel 1386.

L'opera venne avviata con la contribuzione del duca Gian Galeazzo Visconti e la fabbrica venne avviata per sopperire non solo alle esigenze ed alle aspirazioni dei milanesi di avere una nuova cattedrale, più capiente, per la celebrazione delle proprie funzioni liturgiche, ma anche perché già dal 1392 l'antica chiesa metropolitana di Santa Tecla era stata reputata ormai inutilizzabile perché pericolante.

Accettando il progetto di Simone da Orsenigo, Antonio da Saluzzo in quello stesso anno si preoccupò della posa della prima pietra sul luogo dove sorgeva la chiesa di Santa Maria Maggiore e nelle immediate vicinanze del battistero di San Giovanni alle Fonti (ancora visibile tutt'oggi sotto il sagrato), entrambi edifici sacri fondati da Sant'Ambrogio nel IV secolo.

Antonio da Saluzzo morì a Milano nel 1401.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]