Antonio Zancanaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Zancanaro
Antonio Zancanaro - Padova.jpg
Nazionalità Italia Italia
Hockey su pista Roller hockey pictogram.svg
Ruolo attaccante
Ritirato 1930 - giocatore
Carriera
Squadre di club
1925-1930Patavium?
 

Antonio Zancanaro (Padova, 8 aprile 1906Padova, 3 giugno 1985) è stato un hockeista su pista, pittore e incisore italiano.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Giocò da giovanissimo col fratello Cesare nella squadra dell'Hockey Club Patavium[1], ed era sempre definito dalla stampa sportiva come Zancanaro II essendo il fratello più giovane[1].

Disputò con la squadra padovana i campionati italiani dl 1925 al 1930, anno in cui il sodalizio giallonero venne definitivamente sciolto. Non è mai stato convocato in nazionale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a dipingere da autodidatta nel 1932. Si formò soprattutto a Firenze, in contatto con Ottone Rosai, e a Milano, dove frequentò Ernesto Treccani, Renato Guttuso e altri esponenti dell'ambiente culturale antifascista. Viaggiò molto all'estero, specialmente durante il regime, e fu sempre iscritto al Partito Comunista.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La sua produzione si mosse soprattutto nell'ambito del realismo, con cicli pittorici raffiguranti le realtà sociali più umili sia del nord che del sud Italia. Particolarmente nota fu la serie del Gibbo, personaggio surreale e ferocemente caricaturale ispirato a Mussolini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianfranco Capra, Mario Scendrate, Hockey su pista in Italia e nel mondo, Novara, S.E.N., 1984, p. 77 (2º posto nel campionato 1929), risultati e protagonisti dei campionati dal 1925 al 1930.
  • Zancanaro, Tono, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 6 marzo 2017.
  • È morto il pittore Zancanaro, maestro della tradizione veneta, in La Repubblica, 4 giugno 1985. URL consultato il 22 marzo 2015.
  • Ernst Gombrich, Dizionario della Pittura e dei Pittori, Einaudi Editore, 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95707423 · ISNI (EN0000 0001 1890 7880 · SBN IT\ICCU\CFIV\017740 · LCCN (ENn50062018 · BNF (FRcb16045702n (data) · ULAN (EN500004371 · WorldCat Identities (ENlccn-n50062018