Ansano Giannarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ansano Giannarelli nel 1976

Ansano Giannarelli (Viareggio, 10 giugno 1933Roma, 26 agosto 2011) è stato un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un matematico, dopo la laurea in giurisprudenza inizia a lavorare nel cinema come segretario di edizione e assistente regista di Mario Monicelli.

Realizza il suo primo film, 16 ottobre 1943, nel 1960, sul rastrellamento del ghetto di Roma, con la collaborazione di Mino Argentieri dall'omonimo testo di Giacomo Debenedetti (1944), candidato all'oscar nella sezione cortometraggi.

Nel 1963 gira il suo primo lungometraggio, I misteri di Roma, e successivamente l'originale Sierra Maestra, sulla rivoluzione in Sud America.

Negli anni settanta collabora con Lucio Lombardo Radice, nel 1972 dirige il film Non ho tempo, sulla vita del matematico francese Évariste Galois, successivamente realizza film Elogio di Gaspard Monge fatto da lui stesso del 1977, di nuovo una biografia di un altro grande matematico francese, Gaspard Monge.

Negli anni ottanta e novanta continua a girare film documentari per la televisione, in particolare sulla vita ed il pensiero di famosi esponenti politici comunisti.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 16 ottobre 1943 (1960)
  • Geometria della pittura (1960)
  • Il grido di dolore (1961)
  • La campagna del sud (1961)
  • Tv in paese (1961)
  • Africa chiama (1961)
  • L'arte della fotografia (1962)
  • 1-x-2 (1962)
  • Cinegiornale della pace (1963)
  • I misteri di Roma (1963)
  • 8=12 (1963)
  • Profilo di un operaio (1964)
  • Biografia di un aereo (1964)
  • Una nuova montagna (1965)
  • Storia di un uomo e di un m 113 (1965)
  • Diario di bordo (1966)
  • Dakar è una metropoli (1966)
  • Il bianco e il nero (1966)
  • L'asfalto nella giungla (1966)
  • Noi siamo l'Africa (1966)
  • Tokende: il mio cuore in Africa (1966)
  • Operaie (1968)
  • Cultura e intellettuali (1968)
  • Sierra Maestra (1969)
  • Analisi del lavoro (1971)
  • Off limits (1971)
  • Linea di montaggio (1971)
  • Mani nere (1971)
  • Giochi americani (1971)
  • Ragioniamo con il cervello (1971)
  • Non ho tempo (1973)
  • Immagini vive (1974)
  • Resistenza: una nazione che risorge (1976)
  • Veleni d'Italia (1976)
  • Elogio di Gaspard Monge fatto da lui stesso (1977)
  • Un film sul PCI (1979)
  • Guido Rossa (1979)
  • Giovani (1979)
  • Il buongoverno (1979)
  • Versilia: gente del marmo e del mare (1980)
  • La "follia" di Zavattini (1981)
  • Memoria presente. Ebrei e città di Roma durante l'occupazione nazista (1983)
  • Roma occupata (1984)
  • Sabatoventiquattromarzo (1984)
  • L'addio a Enrico Berlinguer (1984)
  • Tradimento (1985)
  • Graffiti milanesi (1985)
  • Nel regno del Sud (1986)
  • Remake (1987)
  • Giuseppe Di Vittorio (1987)
  • Berlinguer, la sua stagione (1988)
  • Le cose impossibili. Autobiografia di Pietro Ingrao (1990)
  • Per il Mezzogiorno. Antologia audiovisiva (1990)
  • S.O.S. Pesca (1993)
  • Aspromonte. Sentieri d'autunno e d'inverno (1996)
  • Cuba e il Che (Diario del novecento) (1996)
  • Berlino, Mosca, Roma (2000)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario Bolaffi del cinema i Registi, Torino 1979
  • Cataloghi Bolaffi del cinema 1956/1965 - 1966/1975
  • Il cinema saggistico di Ansano Giannarelli, Torino, Lindau, 2017
Controllo di autorità VIAF: (EN53963761 · ISNI: (EN0000 0000 7849 6799 · SBN: IT\ICCU\CFIV\041577 · LCCN: (ENno2008098175 · GND: (DE133511928 · BNF: (FRcb156014127 (data)