Annetta Turrisi Colonna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Annetta Turrisi Colonna (Palermo, 4 agosto 1820Castelbuono, 14 febbraio 1848) è stata una pittrice e poetessa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata dal barone Mauro Turrisi di Bonvicino e da Emilia Colonna, era sorella del politico Nicolò Turrisi Colonna e studiò disegno con Agatino Sozzi, Patania e Lo Forte[1].

Sposò lo scrittore Giuseppe de Spuches che morì pochi mesi dopo il matrimonio[1].

Fu poetessa oltre che pittrice ed a sedici anni scrisse Le rimembranze ed in seguito poesie a carattere religioso come L'inno a San Michele e L'inno a San Pietro[1].

Le sue liriche affrontarono anche argomenti politici come Il sepolcro di Corradino e La granduchessa Olga[1]. Nella sua scrittura si ispirò al poeta inglese Byron per il quale nutriva una grande ammirazione.

Come pittrice realizzò opere sia a sfondo religioso che paesaggi della provincia di Palermo[1].

Alcune delle sue opere si trovano presso la Società siciliana di Storia Patria, la galleria regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis e la Civica galleria di arte moderna Empedocle Restivo a Palermo[1].

Esiste un suo cenotafio nella chiesa di San Domenico a Palermo[1], opera dell'architetto Valerio Villareale, mentre nel palazzo in cui risiedette, a Palermo in corso Vittorio Emanuele, è stata apposta una lapide[1] in sua memoria e di suo fratello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Guardione, opera citata.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Guardione, Antonietta Turrisi Colonna, Palermo, 1922

T.Crivello, Anna Turrisi Colonna, Palermo 2001.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN301260306 · GND (DE1034630733 · CERL cnp02075152
Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura