Anna Christie (film 1923)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anna Christie
Silver Sheet January 01 1923 - ANNA CHRISTIE.pdf
Copertina di Silver Sheet (gennaio 1923)
Titolo originale Anna Christie
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1923
Durata 96 min
(2.325 metri / 8 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia John Griffith Wray e non accreditato Thomas H. Ince
Soggetto dal lavoro teatrale di Eugene O'Neill
Sceneggiatura Bradley King
Produttore esecutivo Thomas H. Ince
Casa di produzione Associated First National Pictures, Thomas H. Ince Corporation
Fotografia Henry Sharp
Interpreti e personaggi

Anna Christie è un film muto del 1923 diretto da John Griffith Wray. Tratto dal lavoro teatrale di Eugene O'Neill e sceneggiato da Bradley King (moglie del regista), aveva come protagonista Blanche Sweet. Il ruolo del padre era interpretato da George F. Marion, l'attore che aveva ricoperto lo stesso ruolo sulle scene di Broadway e che riprenderà la parte ancora una volta nel remake sonoro di Clarence Brown del 1930.

A Broaway, il dramma aveva debuttato al Vanderbilt Theatre il 2 novembre 1921, riscuotendo un ottimo successo e rimanendo in scena per 177 giorni fino alle ultime repliche nell'aprile 1922. Pauline Lord aveva ricoperto il ruolo di Anna Christopherson, Frank Shannon quello di Mat Burke e George Marion quello di Chris Christopherson[1].

Il dramma di Eugene O'Neill (premio Pulitzer) era stato pubblicato a New York il 2 novembre 1921[2]. Fu riportato sullo schermo nel 1930 in versione sonora con lo stesso titolo, Anna Christie, per la regia di Clarence Brown e con Greta Garbo come protagonista.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio capitano Chris Christopherson vuole tenere lontana dal mare l'unica figlia, Anna. Decide così di lasciarla crescere in campagna, nella fattoria di alcuni suoi cugini che vivono nel Minnesota. Trattata male, Anna fugge di casa andando a stare a Chicago dove, per sopravvivere, diventa una prostituta. Un giorno, Anna si reca a New York, in visita al padre. Questi, ignorando il passato della figlia, la invita a vivere con lui sulla chiatta dove è capitano. Anna conosce e si innamora di un marinaio, provocando il dispiacere del padre. Durante una discussione tra i due uomini, Anna rivela loro il suo passato. Feriti e amareggiati, ambedue la lasciano sola. Ben presto, però, ritorneranno sui loro passi per riconciliarsi e perdonare.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto da Associated First National Pictures e dalla Thomas H. Ince Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla First National Pictures, il film uscì in sala il 3 dicembre dopo essere stato presentato in prima a New York il 28 novembre 1923[2][3]. Il 17 marzo 1924, il film fu distribuito in Danimarca e, il 15 settembre 1924, in Finlandia.

Copia della pellicola, con didascalie in russo, si trova conservata in un archivio jugoslavo[4]. Nell'agosto 2010, la Grapevine Video DVD edition ha distribuito la versione in DVD del film, tratto dall'unica copia esistente che si conosca[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anna Christie su IBDB
  2. ^ a b AFI
  3. ^ IMDb riporta la data del 25 novembre 1923 IMDb
  4. ^ Silent Era
  5. ^ Silent Era DVD

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog Feature Films: 1921-30, The American Film Institute, 1971
  • (EN) Jerry Vermilye, The Films of the Twenties, Citadel Press, 1985 - ISBN 0-8065-0960-0 Pagg. 83-85

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema