Angelo da Furci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beato Angelo da Furci

Religioso

 
Nascita1246
Morte1327
Venerato daChiesa cattolica
BeatificazionePapa Leone XIII, 20 dicembre 1888
Santuario principaleFurci, santuario del beato Angelo
Ricorrenza6 febbraio
Patrono diFurci

Angelo da Furci (Furci, 1246Napoli, 6 febbraio 1327) è stato un agostiniano italiano, priore provinciale di Napoli, è venerato come beato dalla Chiesa cattolica che ne celebra la memoria liturgica il 6 febbraio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrò tra gli agostiniani del convento di Vasto nel 1266 (attuale cattedrale di san Giuseppe), dopo gli studi di noviziato al monastero benedettino di Sant'Angelo in Cornacchiano (i ruderi sono visibili presso Fresagrandinaria), e venne ordinato sacerdote: soggiornò per cinque anni a Parigi, dove ebbe modo di studiare teologia presso la Sorbona. Tornato in Italia, insegnò presso numerosi conventi dell'Ordine e venne infine assegnato allo Studio Generale degli Agostiniani a Napoli; fu priore della Provincia napoletana degli agostiniani dal 1287.

Papa Niccolò IV intendeva elevarlo all'episcopato, ma Angelo rinunciò, per umiltà, sia alla carica di vescovo di Melfi che, in seguito, a quella di vescovo di Acerra.

Morì nel 1327 presso il convento di Sant'Agostino alla Zecca a Napoli, dove venne sepolto.

Fu un celebre teologo ed omileta, ma il suo commento al Vangelo di Matteo e la sua raccolta di sermoni non sono pervenuti ai nostri tempi.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Acclamato santo alla morte, venne aggregato ai compatroni di Napoli, dove veniva commemorato in due feste (il 6 febbraio e il 13 settembre): nell'agosto 1808 il suo corpo fu traslato a Furci, dov'è ancora sepolto nel santuario a lui intitolato.

Papa Leone XIII ne approvò il culto il 20 dicembre 1888: il Martirologio Romano fissa per la sua memoria liturgica la data del 6 febbraio.

Santuario del Beato Angelo[modifica | modifica wikitesto]

Si trova a Furci (CH) in piazza Beato Angelo, nella parte moderna del paese. Nel 1808 le reliquie del beato Angelo furono traslate da Napoli a Furci, presso la parrocchia di San Sabino, rimasero sino al 1990, quando furono collocate nel nuovo santuario nella parte moderna di Furci, sorta già nel 1968 e benedetta da Papa Paolo VI. Nel 1993 la chiesa, semplice parrocchia suffraganea a quella di San Sabino, viene eletta a santuario da parte del Monsignor Antonio Valentino dell'Arcidiocesi di Chieti-Vasto. Il santuario fu costruito in uno stile molto semplice, a pianta ellittica, con un nartece in cemento armato per l'ingresso, con tettoia, e cupola superiore senza tamburo. L'interno è molto sobrio, con decorazioni in pietra solo presso l'altare maggiore centrale, a fare da contrasto con la sobrietà delle pareti. La navata fu realizzata a spese del devoto Giuseppe Cianciosi.

L'altare contiene l'urna con il corpo del Beato Angelo, la statua è rivestita di abito agostiniano, foderata di ermesino celeste, con lastre di vetro ai tre lati. Si conserva anche la lapide originale della prima sepoltura del Beato Angelo nel convento di Sant'Agostino a Napoli.

La casa natale del Beato Angelo si trova nella parte nord del paese antico, in via Casa Beato Angelo; l'originale non esiste più, già dal XIV secolo fu trasformata in chiesa, ma a causa delle frane fu ricostruita varie volte. Oggi si presenta in stile molto semplice, a pianta rettangolare in pietra concia, con facciata piana a sommità a tetto spiovente, senza finestre, con portale centrale di ingresso. L'interno a navata ubica è intonacato di bianco con la nicchia della statua processionale; presso la cripta si conserva la nicchia dove avrebbe vissuto il santo quando esisteva la casa paterna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Lanza, Vita del beato Angelo da Furci sacerdote professo dell'Ordine eremitano di S. Agostino, Roma, 1889
  • Lorenzo Pauluzzi, Vita del Beato Angelo da Furci, Chieti, 1936

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN88982411 · BAV ADV10231704