Andalgalá

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andalgalá
comune di prima categoria[1]
Andalgalá – Veduta
Localizzazione
StatoArgentina Argentina
ProvinciaBandera de la Provincia de Catamarca.svg Catamarca
DipartimentoAndalgalá
Amministrazione
SindacoAlejandro Páez[1]
Data di istituzione12/07/1658
Territorio
Coordinate27°36′S 66°19′W / 27.6°S 66.316667°W-27.6; -66.316667 (Andalgalá)
Altitudine973 m s.l.m.
Abitanti15 087[1] (2010)
SottodivisioniAmanao, Plaza, Chaquiago, Choya, El Potrero de Santa Lucía, Huaco, Huachaschi, Julumao, Malli I, Malli II, Minas y Villavil.[2]
Altre informazioni
Cod. postaleK4740
Prefisso03835
Fuso orarioUTC-3
Nome abitantiandalgalense
PatronoBeata Vergine Maria del Monte Carmelo, Francesco d'Assisi[3]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
Andalgalá
Andalgalá

Andalgalá è un comune di prima categoria[4] dell'Argentina, appartenente alla provincia di Catamarca, situato nella parte centro-settentrionale della provincia, a 248 km a nord del capoluogo provinciale.

Fondata come fortezza nel 12 luglio del 1658, divenne una città solo nel 1952. Il suo nome è di origine quechua e significa "Signore della lepre " o "Signore dell'alta montagna".[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (ES) Scheda sul sito del Ministero dell'Interno, su mininterior.gov.ar. URL consultato il 2 marzo 2018.
  2. ^ Distretti stabiliti dalla Costituzione Provinciale del 1855 ed elencati nello Statuto Comunale.
  3. ^ Citati nel preambolo dello Statuto comunale.
  4. ^ Statuto del Comune di Andalgalá

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136249510 · LCCN (ENn2005016898