Amable Audin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Amable Audin (Lione, 25 luglio 1899Lione, 25 gennaio 1990[1]) è stato un archeologo francese.

Audin fu esperto del periodo gallo-romano di Lugdunum (Lione).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dello stampatore Marius Audin[2] e fratello dell'editore Maurice Audin, appartenne a una famiglia molto antica di umanisti e tipografi lionesi. Da giovane si appassionò all'archeologia e svolse la prima ricerca a vent'anni.

A partire dal 1952, succedette a Pierre Wuilleumier nella direzione delle ricerche sul sito archeologico romano di Fourvière e arricchì il patrimonio antico dell'antica città romana di Lugdunum di tre monumenti maggiori: l'odeon, il teatro e lo pseudo-santuario di Cibele.

Curatore delle raccolte gallo-romane della città di Lione, riuscì a convincere il sindaco Louis Pradel della necessità di edificare un museo lionese della civiltà gallo-romana: il Museo gallo-romano di Fourvière fu istituito nel 1975 e Amable Audin ne fu il primo curatore.

Fu membro dell'Académie des sciences belles-lettres et arts de Lyon.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Essai sur la topographie de Lugdunum, Lione, Institut des études rhodaniennes de l’université de Lyon (in: Revue de géographie de Lyon, Mémoires et Documents, 11), 1956, 175 p. (III ed. ampliata nel 1964).
  • Lyon, miroir de Rome dans les Gaules (coll. «Résurrection du passé»), Fayard, 1965, 224 p., ill.
  • Le bifrons à l'argiletum, Lione, 1971.
  • La conspiration lyonnaise de 1790 et le drame de Poleymieux, Éditions lyonnaises d'art et d'histoire, 1984.
  • Les Fêtes Solaires - Essai sur la religion primitive, Presses Universitaires de France (Collection Mythes et Religions), 1945.

In collaborazione[modifica | modifica wikitesto]

  • con Paul-Louis Couchoud: L'ascia: instrument et symbole de l'inhumation, Presses universitaires de France, Parigi, 1952.

Aneddoto[modifica | modifica wikitesto]

Amable e Maurice Audin condividevano uno stesso ufficio; Amable si occupava talvolta di edizioni e Maurice di archeologia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archives municipales numérisées de l'état civil de Lyon, atto di nascita n. 3/1899/1203, data e luogo del decesso citate a margine dell'atto (consultato l'11 febbraio 2013).
  2. ^ Carte archéologique de la Gaule, Lyon 69/2, 2007, p. 118.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79409653 · ISNI (EN0000 0001 0919 4276 · LCCN (ENn85117988 · BNF (FRcb12586743m (data) · WorldCat Identities (ENn85-117988