Alfabeti curdi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La lingua curda è scritta usando sia una variante dell'alfabeto latino, secondo un sistema introdotto da Jeladet Ali Bedirkhan nel 1932 (chiamato alfabeto Bedirxano o Hawar) o usando una variante dell'alfabeto persiano, il cosiddetto alfabeto Sorani, chiamato così per la città iraquena di Soran. L'Hawar è usato in Turchia, Siria e Armenia, il Sorani in Iraq e Iran. Altri due ulteriori sistemi di scrittura sono basati dall'alfabeto armeno e il cirillico, storicamente usato nell'Armenia sovietica. Di recente è stato proposta anche la scrittura Yekgirtú che unifica lo Hawar e il Sorani.

Hawar[modifica | modifica sorgente]

L'alfabeto Haware ha 32 lettere: Aa Bb Cc Çç Dd Ee Êê Ff Gg Hh Ii Îî Jj Kk Ll Mm Nn Oo Pp Qq, Rr Ss Şş Tt Uu Ûû Vv Ww Xx Yy Zz.

Sorani[modifica | modifica sorgente]

Il dialetto curdo Soranî è principalmente scritto usando una modifica dell'alfabeto persiano con 33 lettere introdotto da Sa'id Kaban Sedqi. A differenza dell'alfabeto arabo standard, che è un abjad, il Soraní è un alfabeto vero, in cui le vocali sono obbligatorie, e facendone una scrittura facile alla lettura; anche se comunque non è una rappresentazione completa de suoni curdi, gli manca la i breve, ed è anche incapace di differenziare tra w e u breve o tra 'y e î.

ێ ی ە ھ وو ۆ و ن م ڵ ل گ ک ق ڤ ف غ ع ش س ژ ز ڕ ر د خ ح چ ج ت پ ب ا ئـ

Cirillico[modifica | modifica sorgente]

Il cirillico viene usato dai pochi curdi (i parlanti Kurmanji) dell'ex Unione Sovietica e possiede 40 lettere: А, Б, В, Г, Г', Д, Е, Ә, Ә', Ж, З, И, Й, К, К', Л, М, Н, О, Ö, П, П', Р, Р', С, Т, Т', У, Ф, Х, Һ, Һ', Ч, Ч', Ш, Щ, Ь, Э, Ԛ, Ԝ

Armeno[modifica | modifica sorgente]

Dal 1921 al 1929 l'alfabeto armeno fu usato per le lingue curde dell'Armenia sovietica. Dopo fu rimpiazzato da un alfabeto latino simile al Janalif, durante la campagna di latinizzazione.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]