Aldo Ferrari (fotografo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Aldo Ferrari (Bologna, 25 gennaio 1924Bologna, 3 febbraio 2013) è stato un fotoreporter e fotografo italiano.

In Marina durante il conflitto mondiale come sommozzatore, lasciò dopo la guerra gli studi di ingegneria per dedicarsi alla fotografia, dal 1950 al 1960, e al giornalismo.

Corrispondente dell'Associated Press, iniziò collaborando con il cognato, il giornalista e fotografo Costantino Della Casa. Sono rimaste celebri le sue immagini dei principali processi dell'epoca, dell'alluvione del Polesine e di alcuni grandi personaggi della società dell'Emilia-Romagna e dell'Italia, come il pittore naif Antonio Ligabue. A lungo presidente dell'Associazione Stampa Emilia-Romagna (ASER), il sindacato dei giornalisti della regione, nel mondo giornalistico ha ricoperto vari incarichi di prestigio a Il Resto del Carlino, e ha diretto varie pubblicazioni di stampa sportiva.

Le sue fotografie sono presso la Cineteca comunale di Bologna, raccolte nel fondo Lucia Della Casa Ferrari-Costantino Della Casa.

Da non confondere in alcun modo con l'omonimo il cui nome compariva nella lista degli iscritti alla loggia massonica P2.

Fra le pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie