Ailyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ailyn
Ailyn.jpg
NazionalitàSpagna Spagna
GenereGothic metal
Periodo di attività musicale2002 – in attività
EtichettaNuclear Blast
GruppiCharm, Sirenia
Sito ufficiale

Ailyn, pseudonimo di Pilar Giménez García (Esplugues de Llobregat, 29 maggio 1982), è una cantante spagnola, nota per essere stata la cantante del gruppo gothic metal norvegese Sirenia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo primo contratto discografico lo ottenne nel dicembre 2002 con il trio femminile Charm. Tuttavia, prima della registrazione del primo album, ha lasciato il gruppo per intraprendere la carriera da solista con lo pseudonimo di An Ling, poi cambiato in Ailyn.

Nel settembre 2005 ha rappresentato la Spagna al festival internazionale di musica pop Canzoni dal Mondo, venendo inclusa tra i dieci finalisti. Nel novembre 2006 ha ricevuto il premio "Tabaiba d'Oro" al Festival Internazionale della Canzone alle Canarie, per la miglior interpretazione cover.

Nel 2007 partecipa all'edizione spagnola del reality musicale X Factor nella categoria 16-25 anni. Il 10 aprile 2008 il gruppo gothic metal norvegese Sirenia ha annunciato di averla scelta, tra 500 candidate, come nuova voce del gruppo. Poco dopo sono iniziate le registrazioni dell'album The 13th Floor, uscito nel gennaio 2009.

Nel 2016, Ailyn lascia il gruppo per motivi personali non precisati.[1][2]

Nel 2020 ha formato con il chitarrista statunitense Mike Orlando (Adrenaline Mob), il gruppo hard rock/metal Her Chariot Awaits, con l'album omonimo.[3]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i Sirenia[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Her Chariot Awaits[modifica | modifica wikitesto]

  • 2020 - Her Chariot Awaits

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sirenia on Facebook, su facebook.com. URL consultato il 5 luglio 2016.
    «Sirenia and Ailyn have decided to part ways for personal reasons.».
  2. ^ (EN) SIRENIA Parts Ways With Singer AILYN GIMÉNEZ GARCÍA, su blabbermouth.net, 5 luglio 2016. URL consultato il 7 luglio 2016.
  3. ^ Frontiers

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66742841 · ISNI (EN0000 0000 0248 6682 · Europeana agent/base/84412 · LCCN (ENno2005100918 · BNE (ESXX999081 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005100918