Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ahmed Hikmet (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aḥmed Ḥikmet (Istanbul, 18701927) è stato uno scrittore turco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore di letteratura al liceo e funzionario del ministero degli Esteri, fu tra i primi a perfezionare in Turchia il genere novellistico. Seguendo la sua carriera consolare, soggiornò in Georgia, a Budapest e a Bombay.

Le sue due raccolte di novelle («Spineto e roseto» e «Le cascate») sono considerate tra i migliori saggi di prosa turca dell'inizio del ventesimo secolo, e grazie ad esse contribuì a diffondere questo genere nel suo Paese.[1]

Hikmet, nei suoi lavori focalizzò la sua attenzione su problematiche sociali, storiche, politiche e familiari, tra le quali l'emancipazione della donna, e il delicato periodo di transizione da un passato ancorato alle tradizioni ed un futuro legato alle innovazioni.[1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Haristan ve gulistan
  • Čaǧlayanlar

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Le Muse, vol. 5, Novara, De Agostini, 1965, p. 513.
Controllo di autorità VIAF: (EN11036103 · LCCN: (ENn87929303 · ISNI: (EN0000 0001 1038 291X · GND: (DE133467988